Quantcast

Come abbinare colori, vestiti e scarpe?

Qualsiasi stagione vede un imperativo assoluto: un particolare colore di tendenza, l’improbabile ritorno di un tessuto, il restyling di un capo d’abbigliamento classico e la creazione di un accessorio must. E allora come si fa a non fallire con gli abbinamenti di stile? Come abbinare colori, vestiti e scarpe di fronte a un armadio zeppo di dubbi mistici e improbabili accessori?

Come abbinare colori, scarpe e vestiti- foto diredonna.it

La moda è molto cambiata e le regolo d’oro sono state declinate alle nuove tendenze. E’ ora di abbassare la guardia: nero e blu non sono nemici giurati, scarpe e accessori non vanno sempre abbinati e i pantaloni possono vivere serate di gala.

Scopriamo insieme qualche regola base per azzeccare il giusto abbinamento di colori, vestiti e scarpe:

  • Nero e blu trovano una nuova sintonia, soprattutto in occasioni eleganti e raffinate. Non c’è ragione per cui un midi di pizzo nero non possa stare bene con un cappotto lungo blu navy e accessori rigorosamente black.
  • Un cappotto nero dalla silhouette oversize può essere un buon punto di partenza per un look da giorno stravagante e vivace. Basta vivacizzarlo un po’ con cappello a testa larga, maglia a righe in stile marinaro e tracolla color-block a tinte strong.
  • I pantaloni sono adatti a ogni occasione, tanto più se si tratta di un’occasione elegante. Il classico pantalone a sigaretta può diventare super chic con con blusa dagli inserti di pizzo, orecchini pendenti e clutch di tendenza.
  • Scarpe e borse non devono essere più coordinate, anzi! Una tracolla colorata o una pochette bicolor possono conferire un tocco fresco e cool a ogni outfit.

L’outfit giusto si ottiene osando. Le regole d’oro della moda nascono da abbinamenti sbagliati e straordinarie prove di stile. Ma come si può creare uno stile unico e personale senza provare?

La moda non è mai stata una scienza esatta e le passerelle degli ultimi tempi lo stanno dimostrando ampiamente. Non resta che sperimentare e dar vita al proprio ‘marchio di fabbrica’.