Quantcast

Al Bano Carrisi si prepara a diventare nonno

Al Bano Carrisi ha fatto un bilancio dell’anno appena trascorso al settimanale Donna al Top. Reduce da una delicata operazione al cuore, il leone delle Puglie ha dichiarato che il momento più bello, emozionante e indimenticabile del 2016 è stato legato al matrimonio della figlia Cristel Carrisi. “Il matrimonio di mia figlia perché è stato veramente eclatante – ha confessato il celebre e amatissimo cantautore di Cellino San Marco -, che mi ha riempito il cuore di gioia. E poi ce ne sono tanti altri che vivo quotidianamente, quando accompagno a scuola i figli più piccoli o mi soffermo ad osservare la loro crescita”.

Al Bano Carrisi – Foto: Facebook

Quale voto si darebbe come papà il cantante pugliese? “Senza falsa modestia – ha detto Al Bano a Donna al Top -, mi darei un buon voto, perché cerco di essere un padre presente e un punto di riferimento per loro, non soltanto con le parole ma anche con l’esempio. Ci piace molto viaggiare e, infatti, li ho portati con me dappertutto. Penso che viaggiare sia indispensabile per la vita di ogni essere umano, perché scoprire nuove città e nuove culture aiuta a crescere meglio”.

Anche se non è imminente, comunque il cantante di Cellino San Marco si prepara a diventare nonno: “La nascita dei figli dovrebbe essere la conseguenza naturale di un matrimonio, quindi attendo i tempi giusti rispettando i disegni superiori e preparandomi ad affrontarli al meglio”.

Per quanto riguarda la sua fortunata e gloriosa carriera, l’artista sarà in gara come Big al Festival di Sanremo 2017 di Carlo Conti. L’ex marito di Romina Power, Albano Carrisi, si esibirà sul palco del Teatro Ariston con la canzone Di rose e di spine.

Come ha confessato qualche settimana fa al settimanale Gente, dopo la delicata operazione al cuore subita in seguito ai due infarti avuti durante le prove del concerto di Natale a Roma, Albano si sente più giovane e forte di prima! “I miei 5 figli mi danno la forza per affrontare e superare qualsiasi avversità – ha dichiarato il cantante pugliese a Gente – Anche in quest’occasione la mia mente è corsa a loro. Ho oltrepassato le Forche Caudine del cuore. Tutto mi aspettavo tranne che ritrovarmi in sala operatoria, inerme, appeso al destino. Solo in quel momento mi sono reso conto di quanto ho strapazzato questo mio cuore. Di giorni e di notte. Quando canti, lui pompa più sangue del dovuto. Quando vivi intensamente come faccio io, senza risparmiarti mai, su e giù per gli aerei, lui assorbe tutto il bene ma anche tutto il male che la vita ti riserva. Per natura sono un combattente: se prendo uno schiaffone, un pugno nell’anima, mi rialzo e guardo avanti. Non mi fermo e non mi volto indietro. Ora ho capito l’importanza di respirare, prendersi un po’ più di cura di sé, fermarsi. Per un attimo, intendo. La paura non ha mai abitato in me, Preferisco il coraggio, che devo innanzitutto ai miei figli. Questa volta, se c’era un timore era per loro. Per i ragazzi – ha continuato Al Bano -, per mia madre che ha 94 anni. Durante l’intervento ero sedato e pensavo a loro. Voglio sempre preservarli, proteggerli, non vorrei mai dare loro brutte notizie. Sono la mia vittoria, il senso di tutto. Pensavo e pregavo, perché ho uno stretto contatto con il mio amico lassù”.

Un vero e proprio leone!