Quantcast

Alba Parietti e Marco Travaglio si conoscono dai tempi dell’asilo

Alba Parietti e Marco Travaglio si conoscono dai tempi dell’asilo. La famosa opinionista televisiva e il direttore de Il Fatto Quotidiano sono stati intervistati al programma radiofonico Un giorno da pecora.

Alba Parietti – Foto: Facebook

Il noto e stimato giornalista ha rivelato che da piccoli tentava di prenderla a pallonate per attirare la sua attenzione. “Ci conosciamo da sempre – ha detto Travaglio -, anche se non ci siamo frequentati perché avevamo due giri di amici diversi. Siamo nati nello stesso quartiere a poche decine di metri di distanza l’un l’altro. La ricordo benissimo – ha proseguito -, girava per il quartiere con il suo cagnolino al guinzaglio, era una bellissima ragazza. Aveva sempre un vestito bianco con le frange. Noi giocavamo a calcio nel parco e cercavamo di colpirla col pallone per attirare la sua attenzione, perché se la tirava un po’”.

La famosa e popolare opinionista e conduttrice tv ha confermato tutto e ha rivelato che Marco Travaglio era molto dispettoso da piccolo. “Con Marco siamo stati anche compagni di asilo – ha detto l’attrice e star tv italiana -, anche se Marco ci tiene a dire che ha tre anni meno di me. E poi siamo andati anche alla stessa scuola, la Gaspare Gozzi, e frequentavamo lo stesso oratorio. Era un bimbo dispettoso, tanto che mi tirava le pallonate. Me lo ricordo all’asilo col grembiulino azzurro”.

Lui e i suoi amici non avevano mai adottato tecniche di seduzione nei confronti di Alba. Perché? “Mi ricordo quando Alba recitava nel teatro parrocchiale – ha spiegato il direttore de Il Fatto Quotidiano -, faceva il personaggio di Cecilia nella pièce L’importanza di chiamarsi Ernesto. Non ci ho mai provato – ha sottolineato Travaglio -, lei era bellissima, ma noi non osavamo, lei era più grande. Lei era già una donna mentre noi eravamo degli sbarbatelli che giocavamo a pallone”.