Quantcast

Aldo Grasso stronca Alfonso Signorini: “Trasforma la tv nella sua casa delle bambole”

Aldo Grasso ha riservato altre bordate al vetriolo al giornalista e conduttore del Grande Fratello Vip 6, Alfonso Signorini. Il celebre critico televisivo e giornalista ha fatto a pezzi il GF Vip in un lungo editoriale del Corriere della Sera. “Ogni stagione, con il Grande Fratello Vip, Alfonso Signorini corona un grande sogno – ha scritto Grasso -, trasformare la tv nella sua casa delle bambole. Dopo aver esasperato il format originale, Alfonso Signorini si sta godendo il paradiso terrestre, un eden fatto di pettegolezzi, di confessioni, di amorazzi, di labbra esagerate, di «qualche mano che si allunga di troppo», di promiscuità (una categoria che andrebbe rivista alla luce delle identità di genere), di solidarietà alle donne afghane indossando un niqab («noi ci siamo e combattiamo al loro fianco. Grazie Jo Squillo di avercelo ricordato»), di un’atmosfera tardo-adolescenziale, di «percorsi», tanti «percorsi».

Aldo Grasso affossa Alfonso Signorini

Aldo Grasso ha poi continuato: “Tempo fa, qualcuno sosteneva che Signorini fosse il vero ideologo di Silvio Berlusconi, il custode del suo immaginario pop, «espressione di una visione della vita licenziosa e invidiosetta, ma sottomessa e conservatrice». Sosteneva che Signorini, più di ogni altro personaggio Mediaset, avesse contribuito a costruire un nuovo senso comune, fatto di modelli estetici, di usi linguistici, di rapporti di genere, di modi di intendere il divertimento, l’amore, il corpo, l’intimità e così via”.

Ha poi sottolineato: “Non ne sono così sicuro: la tv di Silvio Berlusconi era molto più avanti di questa, più innovativa e contraddittoria. Signorini è semplicemente riuscito a ricreare il «suo» mondo per l’indubbia capacità di saper mescolare generi e media (tv e carta stampata). Azzardo un’ipotesi per quelli che hanno innalzato Signorini a teorico dell’«egemonia berlusconiana»: questa tv (dal Grande Fratello a Temptation Island, tanto per fare due esempi) ha danneggiato il Berlusconi politico”.

Alfonso Signorini nel mirino di ex gieffini

Negli ultimi giorni Alfonso Signorini è finito nel mirino di alcuni ex gieffini squalificati dal reality show per bestemmie, scivoloni sessisti e razzisti. Il discorso sul Politically correct pronunciato venerdì scorso da Alfonso Signorini ha giustamente fatto infuriare gli ex concorrenti del GF Vip, che sono stati squalificati nel recente passato e tra l’altro massacrati in diretta tv, per aver pronunciato la parola negro o ricchione oppure per alcuni intercalari o flessioni regionali. Tanti ex gieffini squalificati dal programma non l’hanno giustamente presa bene: da Salvo Veneziano a Stefano Bettarini.