Quantcast

Alfonso Signorini distrugge Barbara D’Urso: “Si fa vedere casalinga dentro quando poi la realtà è ben altra”

Alfonso Signorini ha distrutto Barbara D’Urso durante un’intervista rilasciata al programma tv Belve di Francesca Fagnani poiché non le piacciono le sue lacrime e falsi stupori. Il direttore del settimanale di gossip Chi è tornato a silurare la presentatrice tv di Pomeriggio 5 e Domenica Live anche per il suo modo di fare televisione.

L’opinionista fisso del Grande Fratello Vip ha asserito: “Il trash è una chiave di lettura, certi limiti non devono mai essere superati. Per esempio non mi piace lo sfruttamento dei casi umani, vengono molto spesso utilizzate personalità un po’ fragili da un punto di vista psicologico-emotivo per fare share, per fare spettacolo. Ecco, questo non mi piace.  Barbara D’Urso non mi piace – ha sottolineato Signorini -, perché non apprezzo quel genere di televisione. Riconosco in lei una grande professionista, è una macchina da guerra incredibile, conosce molto bene il mezzo televisivo, dal punto di vista della conduzione stende molte colleghe, è un animale da diretta. Non mi piacciono – ha spiegato -, però certi suoi ammiccamenti, certi suoi falsi stupori, le lacrime, farsi vedere casalinga dentro, quando poi la realtà è ben altra”.

Il neo insegnante di storia della musica ad Amici di Maria De Filippi 2019 ha poi elogiato l’ex presidente del Consiglio e patron di Mediaset, Silvio Berlusconi: “Mi ferisce molto che dicano: ‘Signorini, il leccac*** di Berlusconi, Signorini la velina di Berlusconi e bla bla bla’. Io riconosco che con lui non sono obiettivo, ma lo dico io per primo perché gli voglio troppo bene, gli sono affezionato (…) Io gli voglio bene – ha detto Signorini -, perché lui me l’ha dimostrato il suo bene (…). Mi ha preso la mano, perché stavo parecchio male, anche perché ero nel pieno della mia malattia, mi ha tenuto per mano nel letto, facendomi addormentare alle 2 del mattino. Ecco io per una persona così, glielo giuro, se mi chiede di buttarmi giù dal balcone, io mi butto giù dal balcone”.