Quantcast

Amandha Fox in lingerie sensuale di Andrea Ubbiali Couture per il film Santorini Milf

Amandha Fox in lingerie sensuale di Andrea Ubbiali Couture per il film adult Santorini Milf, disponibile su piattaforme a luci rosse come ad esempio Onlyfans, girato a Santorini in Grecia. Le scarpe sono di un altro famoso stilista americano, Jeffrey Campbell. Lei è una delle attrici a luci rosse più famose e apprezzate del panorama adult internazionale. La famosa e bombastica attrice di film per adulti Amandha Fox, soprannominata la Venere polacca, ha pubblicato alcuni scatti e video del backstage sui suoi profili social, Instagram e Facebook.

Lingerie nera, super sexy e molto sensuale firmata dal noto e popolare stylist tv, fashion designer e make up artist Andrea Ubbiali.

La sezione Andrea Ubbiali Couture Lingerie punta su un comfort inclusivo ed elegante, sempre al passo con le tendenze. Una sezione interamente ed esclusivamente pensata per le star internazionali del mondo a luci rosse, ma non solo.

Il backstage del film Santorini Film con Amandha Fox è davvero bollente e piccante. Il suo fisico prorompente e le sue forme da capogiro vengono messe in risalto da una lingerie luxury e raffinata dell’apprezzato e amato stilista bergamasco Andrea Ubbiali.

Amandha fa sempre parlare di lei, sia in tv che sui social per diversi motivi.

Nel 2018 la famosa, popolare e amatissima attrice di film per adulti si era spogliata per un piccante e bollente almanacco dedicato ai lavoratori dell’ex Ilva di Taranto “nella speranza che il mio corpo con le sue nudità possa scuotere e smuovere le coscienze dei nostri Governanti”.

AMANDHA FOX SI RACCONTA A IGOSSIP.IT: INTERVISTA ALLA DIVA A LUCI ROSSE

Dopo il calendario 2018, la Venere polacca si era spogliata a favore di un’altra battaglia ambientalista a favore dei cittadini di Pulsano. La bombastica e provocante protagonista del calendario 2018 si era scagliata contro l’attuale Governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, e aveva chiesto al sindaco Francesco Lupoli di ritirare la candidatura di Pulsano dalla costruzione di un impianto di compostaggio a Pulsano (Taranto). Aveva lanciato un nuovo atto d’accusa contro la classe politica tarantina, pugliese e nazionale proprio come fece alcuni anni fa per l’emergenza sanitaria e ambientale provocata dall’Ilva: “Non starò ferma ad aspettare che a Pulsano si costruisca un’altra Ilva. Sì ai diritti – aveva continuato la prorompente e giunonica star a luci rosse -, no ai ricatti. Parola di Venere polacca”.