Quantcast

Amber Heard condannata per aver diffamato Johnny Depp: ora è indebitata e la carriera è a rischio

Amber Heard è stata condannata per aver diffamato Johnny Depp dal tribunale di Fairfax, in Virginia. Ora ha un debito di 8,35 milioni di dollari da versare all’ex marito Johnny Depp. L’attrice hollywoodiana adesso si trova ad affrontare una serie di problemi: la sua carriera è congelata (una petizione online che chiede la sua cancellazione dal film Aquaman2 ha ottenuto 4,5 milioni di firme), le sue finanze, almeno a quanto detto durante il processo, sono in rosso, e l’enorme solidarietà ricevuta da Depp potrebbe spingere le aziende e i marchi a evitarla.

Johnny Depp e Amber Heard – Foto: Instagram

Per onorare i suoi debiti, potrebbe essere costretta a vendere i suoi beni, tra cui un rifugio rurale da 570.000 dollari nella Yucca Valley e una Range Rover che ha ottenuto dal divorzio con Depp. La domanda principale, però, resta: come farà la famosa attrice Amber Heard a coprire l’enorme conto dei danni, da pagare entro 30 anni?

Secondo l’avvocato Sandra Spurgeon dello Spurgeon Law Group a Lexington, nel Kentucky, Depp potrebbe rinunciare o negoziare un importo minore.

Ma se lui la costringesse a pagare l’intero conto, Heard potrebbe appellare la sentenza sui danni. Anche se un ricorso con un nuovo giudice potrebbe finire a suo favore, dovrà comunque pagare l’intero importo mentre il ricorso è in sospeso, il che potrebbe costringerla a dichiarare bancarotta.

Una terza opzione, secondo la collaboratrice legale di CBS News Jessica Levinson, è pignorare i suoi futuri guadagni: una parte dei suoi cachet per film o programmi potrebbe finire nelle casse di Depp fino a quando il debito non sarà stato coperto.

«La giuria mi ha ridato la vita. Sono davvero onorato», ha detto in tono trionfante Depp dopo il verdetto, seguito in un pub di Newcastle.

«La delusione che provo oggi supera qualsiasi parola», il commento affidato ai social da Heard, presente in aula. «Avevo portato una montagna di prove, ma non sono state abbastanza per resistere alla sproporzionato potere e influenza del mio ex marito».