Quantcast

Amianto nei thermos: il Ministero della Salute lancia l’allerta

Amianto nei thermos: il Ministero della Salute italiano ha lanciato l’allerta. Il materiale è costituito da piccoli corpi di forma cilindrica di colorazione grigio-biancastra costituiti da materiale fibroso compresso di amianto crisotilo posti nell’intercapedine del doppio involucro in vetro dei thermos, con funzione di distanziatori.

Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, ha prontamente invitato le autorità competenti ad attivare una azione di controllo del mercato, per il tipo di rischio cui è esposto il consumatore. In Italia è infatti vietata da decenni ormai la commercializzazione e l’importazione di prodotti che contengano, anche solo come componenti interni, amianto, sostanza notoriamente dannosa per rischio cancerogeno.

Questi thermos vengono immessi sul mercato da importatori vari con numero di modello: Termos Porta Pranzo capienza 0,35 LT articolo 2170297, codice a barre 8-029121702978. I thermos da litri 0,35 con esterno in plastica disponibili in varie dimensioni e colori, proveniente dalla Cina sono venduti in scatole di cartone. Importato da Galileo SPA con sede in Strada Galli, 27 – 00010 fraz. Villa Adriana Tivoli (RM) è venduto al dettaglio dalla Società La Satur s.r.l. in Corso Martiri della Libertà n.9 Brescia (BS).

Il laboratorio di prevenzione della ATS Milano ha seguito l’analisi di prima istanza del campione Thermos-Marca Kitchen Club, riscontrando la presenza di TREMOLITE (Amianto), giudizio confermato da analisi di revisione da parte del Laboratorio ARPAM Dipartimento Provinciale di Pesaro con nota prot. 111381/17 del 1 dicembre 2017.