Quantcast

Amy Winehouse morta a 27 anni

La cantante Amy Winehouse è morta alla sola età di 27 anni nella sua casa a Londra. Il corpo della pluri-premiata artista, famosa per successi come Rehab, dall’album acclamato dalla critica Back to Black, è stata scoperta dalla polizia nel tardo pomeriggio di sabato 23 luglio 2011. La causa della morte non è ancora stata annunciata ma si presuppone che sia per overdose.

Hanno cominciato, fin da subito, ad affluire numerosi tributi tra cui quello di Mark Ronson, il produttore di Back to Black, che ha dichiarato: “Era e come una sorella per me. Questo è uno dei giorni più tristi della mia vita.”.

Inoltre la cantante e attrice Kelly Osbourne ha scritto: “In questo momento non riesco ancora respirare. Ho appena perso una delle mie migliori amiche. Amy, ti amerò per sempre e non potrò dimenticarmi di te.”

Fiori, orsacchiotti e candele sono stati lasciati fuori dalla sua casa a Camden Square. Uno dei biglietti diceva: “Non sarai dimenticata da Camden. Noi tutti ti amavamo e continueremo ad amarti. La tua leggenda vivrà per sempre” .

Winehouse a causa degli abusi di alcol e droghe di vario genere aveva dovuto ritirarsi dal suo tour europeo programmato a causa di una serie di performance irregolari. Nella sua prima tappa a Belgrado infatti, ha dovuto ritirarsi a causa dei fischi per essersi dimenticata i testi delle sue canzoni.
Un comunicato diffuso dal suo portavoce aveva comunicato che si sarebbe presa il tempo necessario per rimettersi e che persone competenti l’avrebbero aiutata in questo percorso.

Al di là di tutto però, Winehouse, poteva vantare un timbro di voce assolutamente unico. Quali artisti potranno ereditare un successo come il suo nello stesso genere musicale?

La stampa inglese ha denominato come “prossima Amy Winehouse”, Adele, che ha colpito la scena con le sue canzoni di genere soul. Adele per questo ha scritto: “Era facile amarla per quello che era. Amy ha aperto la strada ad artisti come me ed ha entusiasmato gli inglesi con la sua irriverenza e la sua musica senza precedenti. Non credo che abbia mai capito quanto sia stata importante e brillante, ma questo ha fatto sì che fosse ancora più affascinante. Sebbene sia incredibilmente triste per me che Amy Winehouse sia morta, sono immensamente orgogliosa che mi venga attribuita un’eredità così importante.”