Quantcast

Amy Winehouse, un’eredità di due milioni di sterline

Amy Winehouse continua a vivere dopo la sua morte. Questo perché si parla moltissimo di lei e inoltre la sua musica le consente di essere ancora presente tra noi. La sua scomparsa è stata prematura, ma è da tempo che si vociferava la possibilità di una sua morte, a causa dei vizi che la cantante si concedeva. Ora a tenere banco però è la sua eredità che a quanto pare ha deluso parecchio i suoi cari. Amy Winehouse ha lasciato in eredità solo due milioni di sterline, una cifra che ovviamente per la gente comune sarebbe molto elevata, ma non per una star del calibro di Amy.

Si tratta di appena due milioni e mezzo di euro, non di certo quello che la famiglia pensava di ereditare. Certo Amy Winehouse nella sua brevissima carriera ha solamente realizzato due album, sappiamo poi come i suoi problemi legati all’alcol le hanno impedito di lavorare in questi ultimi anni. La cifra però che era riuscita a guadagnare era di tutto rispetto: ben 15 milioni di sterline. Che fine ha fatto tutto questo denaro? Amy Winehouse si è goduta appieno la sua vita concedendosi il lusso più sfrenato e regalando qualche soldino di troppo ai suoi amici. Ecco che quindi questi 15 milioni di sterline inevitabilmente si sono trasformati in un’eredità di due milioni.

Bottino magro per la famiglia di Amy Winehouse che sperava probabilmente di poter allievare il dolore della perdita della cara figlia con qualche milioncino da sperperare in giro per il mondo. In realtà però la famiglia Winehouse potrà avere la possibilità di guadagnare ancora nonostante Amy sia scomparsa. Si parla infatti di album postumi e di qualche lavoro cinematografico sulla vita della cantante, quindi qualche altra sterlina potranno sicuramente acciuffarla. Certo Amy Winehouse ha lasciato in eredità solo due milioni di sterline, ma quello che sarà sempre vivo è il suo ricordo e la sua musica che resteranno per sempre nei cuori dei suoi fan.