Quantcast

Anna Falchi va all’attacco: “Per fare tv ci vuole un potente, come manager o come amante”

Anna Falchi va all’attacco in un’intervista rilasciata a Libero Quotidiano, in cui ha dichiarato: “Per fare televisione ci vuole un potente, come manager o come amante: è una realtà sotto gli occhi di tutto, ma nessuno fa nulla”.

Anna Falchi – Foto: Facebook

La star tv e attrice italiana Anna Falchi ha commentato lo scandalo molestie che ha travolto sia il cinema hollywoodiano che quello italiano.

“Dopo questo polverone le cose forse sono cambiate per sempre – ha dichiarato la compagna di Andrea Ruggieri -, ma anche le donne hanno commesso degli errori. L’abuso di potere di certi uomini è innegabile, ma lo sono anche le donne accondiscendenti. In giro c’è di peggio”, puntando il dito contro sacerdoti e insegnanti, ovvero “quelli che dovrebbero esere dei punti di riferimento per i nostri figli”.

L’attrice e conduttrice tv Anna Falchi ha parlato anche dei suoi progetti passati e futuri, a partire dallo spettacolo La banda degli onesti, che l’ha vista protagonista a teatro: “Mi sono goduta il lusso di fare teatro solo a Napoli che non è solo una città-palcoscenico ma anche un posto del cuore”. Spera che sua figlia, la piccola Alyssa, non segua le sue orme: “Se così fosse mi dispiacerebbe, primo perché i bambini devono fare i bambini e poi perché questo lavoro richiede carattere particolare e non dà sicurezza”.

Molto presto tornerà in tv a Telenorba, la prima televisione locale italiana per ascolto medio giornaliero. La mamma vip italiana ha spiegato “Mi occuperò di cucina in una striscia quotidiana e in un programma serale che promuoverà i prodotti locali”.

Non ha voluto più di tanto commentare la recente assoluzione dall’accusa di bancarotta fraudolenta dell’ex marito, Stefano Ricucci: “Ora non mi importanto le scuse di certi giornalisti: sono ferite vecchie e profonde ma preferisco evitare di parlare per non ferire me stessa”.