Anticipazioni Beautiful, trame puntate dal 29 luglio al 2 agosto 2019

Le anticipazioni su Beautiful ci rivelano che nelle puntate dal 29 luglio al 2 agosto vedremo l’inizio del processo contro Bill. Scopriamo cosa accadrà:

Causa per l’affidamento Beautiful – foto teleblog.it

Brooke cerca di tranquillizzare Bill riguardo la causa per l’affidamento di Will.

Katie riceve la visita di Brooke e la maggiore delle Logan tenta di dissuaderla ad andare avanti con la causa, ma senza successo.

Ridge confessa ad Eric di essere felice per Katie e Thorne e di appoggiare il fratello. Il patriarca è felice di vedere i suoi figli uniti.

Brooke passa a trovare Thorne e lo invita a deporre l’ascia di guerra e a trovare una soluzione pacifica con l’editore per il bene di Will.

Bill arriva a casa di Katie e le chiede di chiudere la questione pacificamente, ma la Logan lo allontana. All’arrivo di Ridge, poi, la situazione diventa incandescente e l’editore non esita a minacciarli.

Nel giorno del matrimonio tra Katie e Thorne, Brooke continua a chiedere a Katie di non procedere con la battaglia in tribunale. La sposa replica dicendo di pensare soltanto al bene di Will.

Steffy non presenzia alle nozze per stare vicino alla piccola Kelly mentre Liam e Hope si lasciano andare ai loro ricordi.

Thorne e Katie diventano ufficialmente marito e moglie e si godono ogni singolo momento di felicità.

Bill scarica la sua rabbia contro Justin e gli confida di aver trovato un testimone in Brooke.

Ridge e Brooke si rilassano in camera da letto e parlano degli ultimi avvenimenti: lui è contento per Will che potrà contare su Thorne mentre lei ricorda che il magnate è stato generoso con Katie durante la depressione post-partum e l’alcolismo.

Brooke riceve un messaggio di Justin che la informa della sua convocazione e  Ridge non esita a ricordarle che dovrebbe schiararsi dalla parte di sua sorella. Brooke chiude il discorso.

Ridge, rimasto solo, invia un messaggio al giudice McMullen per persuaderlo a fare gli interessi di Katie in tribunale.

Katie vive con ansia l’avvicinarsi del processo e Thorne prova a farla rilassare.

Liam e Wyatt parlano della custodia di Will e vengono raggiunti da Bill. Il magnate confessa loro di essere pronto a lottare.

Katie, Thorne e Carter giungono nell’ufficio del giudice e consultano la lista di testimoni. I tre scoprono che Brooke testimonierà a favore di Bill.

Nell’ufficio arrivano anche Wyatt e Liam e Ridge e Brooke.

McMullen apre l’udienza. Katie specifica di non voler limitare le visite di Bill e Carter espone le ragioni della richiesta della custodia esclusiva. Justin replica che Bill è pronto a rimediare.

Thorne prende la parola e conferma che a suo parere Will ha bisogno di una figura genitoriale stabile e affidabile.

Justin punta il dito contro il Forrester dicendo che il matrimonio è stato solo una strategia e che non può dirsi un padre migliore di Bill visto l’esperienza con Aly.

Arriva il momento di Ridge e lo stilista dà forma alla sua vendetta definendo il magnate la cosa peggiore che potesse capitare a Will.

Liam ammette che le mancanze di Bill durante la sua crescita sono imputabili a sua madre e descrive il rapporto con il padre. Il ragazzo stupisce tutti dicendo che merita una seconda chance con Will.

Arriva il momento di Katie e la donna presenta il calendario delle visite dell’anno per dimostrare l’inadempienza di Bill.

Carter spiega che Bill ha presentato le carte di quando lei credeva di non poter avere figli e Katie racconta il miracolo della sua gravidanza e la preoccupazione di Bill in quel momento. Vuole solo proteggere Will.

Nel corridoio, intanto, Wyatt chiede a Brooke se il padre rischia di perdere la custodia di Will e la Logan conferma i suoi dubbi ed è preoccupata per Katie.

Myriam