Anticipazioni Il Segreto, trame puntate dall’8 al 13 ottobre 2018

Le anticipazioni su Il Segreto ci rivelano che nelle puntate dall’8 al 13 ottobre vedremo Nicolas uccidere l’assassino di Mariana e Julieta respingere Prudencio. Ecco cosa accadrà a Puente Viejo:

Nicolas e Dos Caras- foto gogomagazine.it

Francisca apprende che Graciano è riuscito a convincere gli uomini a deporre le armi mentre i ribelli credono che l’arrivo dell’esercito in paese corrisponda a un trattamento di riguardo, ma la donna non ha intenzione di rispettare i patti.

Nicolas e l’assassino di Mariana hanno un botta e risposta all’uscita del tribunale al cospetto dei cittadini di Puente Viejo. L’ex fotografo scopre che Dos Caras non ha avuto pietà neanche quando Mariana gli ha implorato di smettere perché in attesa di un figlio.

Nicolas estrarre la pistola e spara contro Dos Caras. L’uomo muore sul colpo! L’ex fotografo viene arrestato dalla Guardia Civile mentre i compaesani chiedono la liberazione immediata.

Dolores e donna Patrocinio, madre di Tiburcio, non vanno affatto d’accordo.

A Puente Viejo scoppia il caos e gli amici di Ortuno assediano la sede del Comune chiedendo la liberazione di Nicolas mentre l’avvocato Espinosa rischia il linciaggio.

Alfonso riesce a placare gli animi dei suoi compaesani e permette all’avvocato Espinosa di lasciare Puente Viejo.

Tutto è tornato alla normalità nella Casona. Francisca convoca Saul e Prudencio per capire come recuperare il lavoro andato perduto nei suoi possedimenti.

Severo capisce che il piccolo Carmelito si è legato a Irene in quanto figura materna e per questo le chiede di accudire suo figlio.

L’avvocato Espinosa si reca dal generale Simon Perez de Ayala, padre di Dos Caras, e gli comunica che suo figlio è stato ucciso da Nicolas Ortuno.

Don Anselmo e Carmelo sono preoccupati per Severo e decidono di andare a trovarlo. L’uomo gli parla di Carmelito che riesce a tranquillizzarsi solo in presenza di Irene.

Julieta sta male e Prudencio si offre di assisterla. Saul vorrebbe avvicinarsi alla ragazza, ma il fratello glielo impedisce.

Donna Patrocinio scopre che Hipolito nutre una grande passione per il teatro come lei e questo le consentirà di socializzare con il figlio di Dolores.

Severo ed Emilia riescono a portare la piccola Juanita in carcere da Nicolas. L’uomo, preoccupato di essere condannato alla pena di morte, affida sua figlia ai coniugi Castaneda.

Carmelito sta male e Don Anselmo decide di andare da Irene per offrirle il suo aiuto.

Julieta parla a cuore aperto con Prudencio e gli chiede pazienza finché non riusciranno a vivere pienamente il loro rapporto.

Il generale Simon Perez De Ayala raggiunge Puente Viejo e giura vendetta contro Nicolas.

Julieta sta meglio e passa a trovare Consuelo. Rientrata in villa, parla con Saul in giardino e quando Prudencio li vede e va su tutte le furie.

Prudencio affronta Julieta e le impone di evitare suo fratello. La ragazza è costretta ad accettare.

Barrientos cerca di convincere Perez a non agire in preda alla rabbia.

Don Anselmo viene chiamato da Irene, la quale vuole sapere se Carmelito migliora in sua assenza. Il sacerdote confessa che il bambino sta sempre più male.

Nazaria consola Julieta e le consiglia di provare a far funzionare il suo matrimonio con Prudencio.

Alfonso contatta uno studio legale di Madrid per la difesa di Nicolas, ma non sa che il generale intende vendicare la morte di suo figlio.

Dolores e Gracia non sopportano l’arroganza di Donna Patronicio e quando la Miranar tenta di parlare della questione con Tiburcio è costretta a fare un passo indietro.

L’avvocato Espinosa considera un errore porre fine alla vita di Nicolas.

Julieta cerca di far funzionare il suo matrimonio, ma Prudencio continua a essere respinto sul piano fisico.

Severo decide di riportare Carmelito da Irene e Don Anselmo sollecita la giornalista a fare visita al bambino.

Prudencio ha una dura reazione quando rivede Julieta insieme a Saul.

Il generale Perez organizza un trasferimento di Nicolas presso il carcere Madrid per porre fine alla sua vita. Meliton scopre il piano del generale e avvisa Nicolas.

Alfonso scopre che il trasferimento di Nicolas è una condanna a morte.

Irene bussa alla porta del Santacruz.