Anticipazioni repliche Il Segreto, trame puntate dal 13 al 18 luglio 2020

Le anticipazioni su Il Segreto ci raccontano che le puntate dal 13 al 18 luglio saranno ancora all’insegna delle repliche. Cosa rivedremo?

Angustias Il Segreto- foto youtube.com

Pepa aiuta gli operai feriti nell’incidente avvenuto al Burrone delle Anime e viene a sapere del coinvolgimento di Leandro.

Francisca concede a Soledad il permesso di aiutare Pepa e approfitta dell’assenza della ragazza per frugare tra i suoi effetti personali. La matrona trova un ritratto della figlia senza veli firmato da Juan.

Soledad rientra a casa e Francisca le giura che farà qualsiasi cosa per separarla dal suo amato.

Leandro peggiora ora dopo ora e le cure di Pepa sembrano vane. Il ragazzo muore e la levatrice è inconsolabile.

Emilia raggiunge Pardo per parlare della rapina subita da Raimundo e i due discutono. Alla fine l’uomo le fa una proposta indecente: cancellare il debito a patto che sia disponibile con lui. Emilia lo respinge.

Hipolito corteggia Emilia e le chiede di diventare sua moglie, ma la Ulloa crede che si tratti di uno scherzo.

Pepa è affranta dalla perdita di Leandro e si avvicina a Tristan, il quale decide di farsi avanti nonostante gli avvertimenti di Francisca e la invita presso la Villa.

Soledad sembra determinata a vivere la sua storia con Juan Castaneda.

Angustias fa ritorno alla Casona e si comporta in modo diverso, destando i sospetti di Pepa e Francisca. La matrona chiede alla levatrice di spiare la nuora.

Pepa scopre che Francisca ha frustrato Soledad e non le permette di uscire. Le chiede di poterla curare.

Pepa scopre che Emilia ha chiesto al fratello di ritornare al paese e che ha rifiutato la proposta indecente di Pardo.

Alfonso, Ramiro e Juan iniziano a scavare nel terreno di Tristan, anche se temono di essere scoperti.

Pepa si prende cura di Soledad e racconta a Tristan le punizioni alla quale Francisca l’ha sottoposta.

Raimundo riceve la visita di un amico e inizia a ricordare i tempi dell’Università. Don Anselmo, però, lo riporta alla realtà con la notizia della proposta indecente di Pardo.

Angustias si offre come promotrice della festa patronale e propone il suo aiuto a Pedro e Dolores.

Angustias confida i suoi sospetti su Pepa a Don Anselmo e gli chiede di aiutarla a indagare sulla levatrice.

Alfonso e Ramiro aiutano Juan a disseppellire il cadavere di Salvador Castro che il ragazzo ha sepolto nei terreni di Tristan.

Angustias ruba un nastro per capelli a Pepa.

Raimundo e Melquiades parlano della situazione politica e Don Anselmo denuncia l’uomo alla Guardia Civile.

Ramiro e Alfonso cercano di convincere Juan a non frequentare Soledad perché potrebbe essere pericoloso per la famiglia.

Rosario raggiunge Soledad e cerca di persuadere la ragazza a far partire Juan per Parigi. La ragazza non sa che dire.

Tristan e Pepa si incontrano e il ragazzo vorrebbe regalargli un fermaglio che si regala solitamente alla donna più bella del paese. La levatrice è compiaciuta.

Il sindaco deve tenere un discorso alla festa di beneficenza alla Casona, ma nessuno dei concittadini vuole ascoltarlo.

Dolores scopre di non essere ben vista dai suoi concittadini a causa della sua tendenza di fare pettegolezzi.

Hipolito viene sconfitto al gioco del calico da un campione di Saragozza.

Tristan compra un fermaglio per Pepa, ma Angustias glielo sottrae e racconta a tutti che si tratta di un regalo per lei.

Myriam