Anticipazioni Un Posto al Sole, trame puntate dal 23 al 27 novembre 2020

Le anticipazioni su Un Posto al Sole ci raccontano che le puntate dal 23 al 27 novembre saranno davvero imperdibili. Cosa succederà?

Rossella Un Posto al Sole- foto instagram.com

Rossella e Patrizio ritrovano la complicità di un tempo e il loro affiatamento sarà utile a far nascere il bambino di Clara.

Silvia diventa sempre più emotiva e Michele si ritrova a scegliere tra lei e il suo lavoro di giornalista.

Cotugno riesce ad allontanare Cinzia, ma la donna gli rivela qualcosa di inquietante.

Michele e Silvia continuano a discutere e la donna compie un gesto imprevisto.

Patrizio accusa il colpo e inizia a sentirsi minacciato da Ilaria, l’amica di Rossella.

Rossella prende il meglio dal riavvicinamento con Patrizio e si sente più sicura di se.

Guido prova a dare il suo aiuto a Cotugno, ma rischia di peggiorare la situazione.

Michele e Vittorio mettono in piedi una trasmissione che tratta il tema delle minoranze, ma il loro progetto suscita la reazione di un gruppo di estremisti.

Niko si sente umiliato per la sua condizione perché si rende conto di essere entrato a far parte dello Studio Leone soltanto grazie a Beatrice. Il ragazzo inizia a valutare una nuova proposta di lavoro.

Rossella decide di chiedere la tesi al professor Igor Volpicelli, ma qualcuno proverà a ostacolata.

Niko affronta Susanna e le chiede di lasciarlo tranquillo. Ma non è tutto. Il giovane avvocato reagisce male anche in Studio.

Michele fa lava sulla sua proprietà di linguaggio per tenere sotto controllo i contestatori in radio.

Silvia e Michele vivono uno scontro duro e difficile.

Fabrizio è convinto di aver neutralizzato Roberto, ma il Ferri e Lara progettano l’ultimo attacco.

Fabrizio prova a infondere fiducia a Marina prima del pagamento della seconda tranche di Menkov.

Angela e tutta la famiglia Poggi vive la preoccupazione per il fratello e Jimmy.

Niko trascorre una nuova serata con Leonardo e inizia a chiedersi cosa lo aspetta.

Rossella sembra voler abbandonare l’idea della tesi con Volpicelli.

Myriam