Quantcast

Antonella Clerici parla della sua nuova vita: “Sono piena di energie”

Antonella Clerici ha parlato della sua nuova vita professionale e della sua filosofia di vita durante una recente intervista rilasciata al Corriere della Sera. La star tv ha lasciato il suo programma storico di Raiuno, La prova del cuoco, alla compagna del ministro dell’Interno Matteo Salvini, Elisa Isoardi, per un programma serale: il nuovo “Portobello”.

“La felicità è dinamismo – ha detto Antonella Clerici al Corsera -, mettersi sempre in gioco, ricominciare da capo. A 55 anni ho rivoluzionato la mia vita e sono piena di energia. Sono coraggiosa. Del resto per me la felicità vuol dire cambiamento, rimettersi in gioco. La mancanza di movimento, l’abitudine mi rattrista. Mi piace il ‘panta rei’, la vita che scorre, anche se ogni tanto, soprattutto quando sono felice come adesso, vorrei rallentarla un po’. Sono stata fortunata, ma la felicità l’ho perseguita sempre, senza accontentarmi, senza arrendermi, senza paura. Cambiando nel lavoro e in amore le strade consuete, seguendo la mia pancia, il mio istinto, la mia indole”.

Lei non ama la vita mondana e gli eventi vip. Ama vivere di giorno e non di notte. Poi ha ricordato il suo cane: “Il mio adorato labrador, è stato il mio compagno di vita per 15 anni. Con lui ho vissuto il periodo più importante e faticoso della mia vita. Con lui ho condiviso i miei veri successi, il test di gravidanza di Maelle, i dolori d’amore… è stata dura lasciarlo andare – ha proseguito Antonella -, ma anche in quell’occasione lui mi ha aiutata: quel giorno si è steso verso il sole nel salone, si è assopito come per dirmi ‘procedi, aiutami’. Io ho condiviso con il mio pubblico questo dolore e in molti per consolarmi mi parlavano del ‘Ponte dell’arcobaleno’… è una leggenda: si dice che i cani vadano lì quando muoiono, e lì aspettano i loro padroni e quando li vedono arrivare, corrono incontro a loro per iniziare una nuova vita insieme… è bello pensare che quando hai amato tanto qualcuno – ha aggiunto la conduttrice tv -, in qualche modo, lo ritrovi. Oliver è stato davvero unico per me, fonte di intensa felicità, anche se ovviamente spero di ritrovarlo sul Ponte dell’Arcobaleno il più tardi possibile”.