Quantcast

Appello del Figlio di Mike Bongiorno a Napolitano : Ci aiuti a ritrovare la salma

Il Figlio di Mike Bongiorno in vista del secondo anniversario della morte del padre, scrive un appello a Giorgio Napolitano per mobilitare la ricerca della salma di Mike trafugata dal cimitero di Arona ( in provincia di Novara ) svariati mesi fa e ma più ritrovata. Una storia questa, dolorosa e difficile da gestire per i parenti che aspettano ancora notizie dal giorno della scomparsa del cadavere. È così che il povero Michele Bongiorno cerca di farsi forza, non arrendendosi al silenzio perpretato da stampa ed istituzioni, ma scegliendo piuttosto di “sfruttare” il secondo anniversario della morte del Padre, per riportare alla luce la triste vicenda che li ha colpiti mesi fa.

Ed ecco che riparte da quel 25 gennaio il figlio di Mike Bongiorno per scrivere un appello a Giorgio Napolitano, presidente della Repubblica, e agli italiani tutti, scrivendo due lettere molto toccanti una delle quali inviata al noto quotidiano “Corriere della Sera”. Poche righe, dal tono intenso e sofferente, in cui Michele chiede una nuova mobilitazione per questa storia oramai quasi dimenticata. Un modo per poter porre fine a questo silenzio che il ragazzo definisce “opprimente” e particolarmente esasperante.

Nell’appello a Napolitano e alle istituzioni, Michele Bongiorno non dimentica però di ringraziare i cittadini di Novara e l’intero popolo italiano che questa atroce vicenda pare non averla ancora dimenticata, sommessamente ringrazia tutti coloro che si sono stretti intorno alla famiglia del celebre presentatore italiano, e che hanno continuato a mantenere vivo il ricordo di questa ferita. Dopo otto mesi però sembrano non essere spuntate nuove piste, e si continua a navigare ancora nel buio!

L’appello del figlio di Mike Bongiorno non è solo l’appello di un figlio ferito dalla scomparsa del padre, ma anche di una vittima di un reato a cui non si trovano, ancora per ora, né moventi né spiegazioni.