Quantcast

Arisa in pelliccia su Facebook: il pentimento della cantante-VIDEO

Arisa in pelliccia, la cantante chiede scusa su Facebook

Arisa ha scatenato un vespaio di polemiche e reazioni negative per aver pubblicato sui suoi profili social uno scatto che la ritae sorridente in pelliccia. La vincitrice del Festival di Sanremo 2014 grazie alla canzone Controvento è stata duramente criticata dalle associazioni animaliste e da numerosi suoi fan. Sommersa dalle critiche, la bravissima e simpatica cantante si è giustificata inizialmente mediante un post pubblicato sulla sua pagina Facebook.

L’ex giudice di X Factor, Arisa, ha inizialmente commentato in questi termini le feroci critiche dei suoi sostenitori e dell’associazione Centopercentoanimalisti: “Mi dispiace tanto di aver infervorato i vostri animi sensibili per la mia pelliccia da puttanone anni 80’… È da tanto tempo che mia madre cerca di rifilarmela in tutte le salse perché è un regalo di mia Zia Carmela ed è calda. L’ho sempre ritenuta un pò eccessiva ma l’altro pomeriggio battevamo i denti dal freddo, l’ho tirata fuori dall’armadio e l’ho messa. Giallina è un pò consumata, non mi è mai sembrato un pezzo di lusso e non penso proprio che mia Zia Carmela sia mai saltato in mente di spendere dei soldi per una pelliccia vera visto che le priorità nella mia famiglia sono sempre state ben altre… Il cibo, per esempio. Nessuna etichetta, nessun segnale che attesti l’autenticità del pelo, ma neanche il contrario. Quindi può essere che sia inspiegabilmente vera oppure no”. Per poi aggiungere: “Comunque il livello d’intolleranza è l’aggressività di certi commenti mi lascia sempre un pò interdetta. Sarei tanto curiosa di fare un giretto nei vostri armadi. Quanti di voi non posseggono neanche un piumino d’oca, una cintura o delle scarpe di pelle? Io ce le ho delle pellicce a casa mia probabilmente alcune non sono ecologiche e altre no, ma la più giovane ha 40 anni, sono un’appassionata di vintage e per me un capo degli anni ’70 è un’opera d’arte. Fatevene una ragione. Indosso ogni tanto dei capi pelosi, ma non li uccido e non li compro di prima mano. Li indosso e continuerò a farlo, perché qualcuno lì ha già uccisi e acquistati tempo fa e buttarli via sarebbe un’ulteriore sacrilegio”.

La replica della co-conduttrice del Festival di Sanremo 2015 non ha fatto altro che aumentare le polemiche… Resasi conto di aver nuovamente sbagliato, Arisa ha chiesto scusa a tutti e ha fatto una promessa: “Mi dispiace tanto, a volte a causa della mia ingenuità e ignoranza mi comporto con troppa leggerezza. Alcuni vostri post mi hanno fatta riflettere. Prendo atto e cambio idea. Niente più pellicce.. Vintage o nuove che siano. Promesso!”. Centopercentoanimalisti ha prontamente commentato: “Anche Arisa ha alzato bandiera bianca”. Noi siamo ovviamente felici che Arisa abbia cambiato idea sulle pellicce. Il caso è chiuso!