Quantcast

Arriva il Torino film festival

Sta per tornare il Torino Film Festival, dal 20 al 28 novembre, con la sua 33esima edizione. Questa volta, la locandina – e un po’ anche tutto il festival – è dedicato a Orson Welles. Il direttore della kermesse, Emanuela Martini, ha infatti dichiarato: “Nel centenario della nascita di Orson Welles, il 6 maggio 1915, e nel trentennale della sua morte, il 10 ottobre del 1985, il Torino Film Festival non poteva non rendere omaggio al più grande di tutti gli esordienti. Perciò gli dedichiamo la 33esima edizione del festival, con l’immagine del TFF 2015 e con la presentazione di tre dei suoi capolavori in versione restaurata, Quarto potere (Citizen Kane, 1941), Rapporto Confidenziale (Mr. Arkadin, 1955) e L’infernale Quinlan (Touch of Evil, 1958). Un regalo che speriamo sia gradito al pubblico del festival”.

E’ stato annunciato anche il film di apertura del festival, che sarà un film molto particolare. Si tratta di Suffragette, film diretto dalla regista inglese Sarah Gavron, che parla delle lotte compiute dalle donne londinesi per l’emancipazione lavorativa e contro le persecuzioni che erano costrette a subire agli inizi del Novecento.

La storia è quella di tre donne e delle loro – misere – condizioni di vita: c’è la lavandaia e madre di famiglia Maud (Carey Mulligan), la farmacista che fabbricava bombe Edith (Helena Bonham Carter) e la proletaria Violet (Anne Marie Duff). Infine, completa il cast la grande Meryl Streep, che interpreterà Emmeline Pankhurst, l’attivista britannica che nel 1903 fondò l’Unione sociale e politica delle donne. Proprio grazie a lei si arriverà al diritto delle donne al voto politico, concesso fino ad allora solo agli uomini.

Sarah Gavron, la regista, ha spiegato: “Pochi ricordano quello che successe realmente in quegli anni. Le suffragette appiccavano incendi, bombardavano edifici e non avevano paura di niente. Voglio dire, oggi quante persone conoscete pronte ad affrontare uno sciopero della fame per una causa e, per la stessa causa, essere poi sottoposte alla nutrizione forzata?”.