Quantcast

Asia Argento rinuncia al ruolo di co-curatrice del festival musicale Le Guess Who?

Asia Argento ha rinunciato al ruolo di co-curatrice del festival Le Guess Who?, festival di musica indie e di avanguardia dei Paesi Bassi, in seguito al sexgate Jimmy Bennett. Il New York Times ha rivelato che Asia Argento ha fatto sesso con l’attore americano nel 2013, quando lui era ancora minorenne.

Asia Argento – Foto: Twitter

L’attrice, regista e conduttrice tv Asia Argento ha poi rotto il silenzio in una nota inviata alla stampa, precisando di non aver mai avuto rapporti sessuali con l’attore americano Jimmy Bennett e annunciando al tempo stesso di assumere tutte le iniziative a sua tutela nelle sedi competenti. Asia avrebbe pagato 380mila dollari al collega americano. Jimmy Bennett ha poi smentito la tesi dell’attrice italiana, rivelando di aver subìto molestie sessuali: “All’inizio non ho parlato della mia storia perché ho scelto di gestirla in privato con la persona che mi ha fatto del male. Il mio trauma è emerso quando lei stessa si è dichiarata una vittima. Non ho rilasciato prima – ha detto l’attore – nessuna dichiarazione perché avevo paura e vergogna all’idea di diventare un caso pubblico. All’epoca dei fatti ero minorenne e ho provato a farmi giustizia nel modo che mi sembrava più opportuno perché non ero pronto ad affrontare le conseguenze di una accusa pubblica. Allora pensavo che la molestia su un uomo fosse ancora uno stigma nella nostra società e non credevo che la gente potesse davvero capire la portata di un evento come quello per un ragazzino – ha proseguito – Ho dovuto superare molte avversità nella mia vita e questa sarà l’ennesima con cui avrò a che fare, nel prossimo futuro. Vorrei superare anche questa e oggi ho scelto di andare avanti, di non restare più in silenzio”.

Ora Asia Argento ha deciso di rinunciare al ruolo di co-curatrice del festival musicale: “A causa della natura delle accuse che la circondano, la Sig.ra Argento ha scelto di ritirarsi dal ruolo di co-curatrice dell’edizione di quest’anno del Festival, mentre questi problemi rimangono aperti. Le Guess Who? sostiene la sua decisione, poiché riteniamo che sia nostra responsabilità rappresentare, al meglio delle nostre capacità, gli interessi e l’integrità di tutti gli artisti coinvolti nella nostra organizzazione e ci sforziamo di farlo con sensibilità e rispetto”.