Alberto Genovese scandalo: indagata anche la fidanzata Sarah

Alberto Genovese è in carcere dal 6 novembre scorso con l’accusa di avere stuprato e sequestrato una ragazza di 18 anni, dopo averla drogata durante una festa del 10 ottobre nella sua Terrazza Sentimento, attico di lusso con vista sul Duomo di Milano. Due avvocati della vittima 18enne, i legali Luca Procaccini e Saverio Macrì, hanno rinunciato al mandato di difendere la loro assistita, dopo le scottanti rivelazioni emerse durante una recente puntata di Quarto Grado.

Nei giorni scorsi Alberto Genovese è finito nuovamente al centro della cronaca nazionale per un’altra presunta e pesante accusa di stupro. La notizia è stata diffusa dal Corriere della Sera e riportata da tanti giornali, tra cui Il Fatto Quotidiano. Si tratta dell’episodio raccontato da un’altra ragazza di 23 anni, che era stata ospitata a luglio ad Ibiza e aveva deciso di denunciare dopo l’esplosione del caso della modella 18enne.

Ora però sarebbe finita nel registro degli indagati anche la fidanzata di Alberto Genovese, Sarah. Il settimanale Oggi ha rivelato: “Per gli inquirenti avrebbe preso parte agli abusi. A raccontarlo è la presunta seconda vittima, che sarebbe stata stuprata a Ibiza: ‘Mi hanno invitata ad andare in camera, per fare un’altra striscia di cocaina, io li ho seguiti, ed avevo chiesto se io potevo farmi di 2CB. Loro hanno acconsentito e sono andata (…) Da quando sono entrata in camera ed ho tirato una striscia di stupefacente di colore rosa che io pensavo fosse 2CB non ricordo più nulla’. Ma non è l’unica a parlarne”.

E poi ancora: “Il procuratore aggiunto Letizia Mannella e il pm Rosaria Stagnaro stanno così indagando anche su altri presunti episodi di stupro e cessione di droga, specie dopo che sono stati trovati sui telefoni di Genovese centinaia di video e foto di suoi rapporti sessuali. Insomma, più si va avanti con l’indagine, più il caso si fa spinoso”.