Alda D’Eusanio racconta il suo dramma: “Ero arrivata a pesare 34 chili”

Alda D’Eusanio ha raccontato il suo dramma dalle pagine del Corriere della Sera. Dopo la morte del marito, Gianni Statera, sociologo e accademico con cui era sposata dal 1983, era sprofondata nel tunnel della depressione. La conduttrice e opinionista tv ha raccontato a Candida Morvillo: “Gianni se n’è andato in 15 giorni per un male fulminante. All’inizio, non mangiavo e non bevevo, ero arrivata a 34 chili, volevo solo morire”.

Il ricordo di suo marito è ancora molto vivo in lei: “Per me è molto vivo. Un amore vero va al di là del corpo, degli oceani, dell’eterno. Soffro la sua morte solo il giorno del mio compleanno perché il suo regalo era passare un giorno intero con me”.

“Poi, in un negozio, ho visto Giorgio, un pappagallo tutto piume e ossa che pativa un lutto e non mangiava più. L’ho portato a casa, a lui piace la pasta e, un rigatone lui e uno io, abbiamo ripreso a mangiare”, ha rivelato la giornalista.

Nel 2012 è finita in coma dopo essere stata investita: “Mentre ero in coma, preferivo morire: mi vedevo da fuori e stavo bene, nella luce. Invece, nonostante cinque emorragie cerebrali, tornai viva. Mi dissi: si vede che la vita mi deve ancora un sogno”.

Redazione-iGossip