Amazon è il brand con il più alto valore al mondo, Instagram è il marchio a più rapido incremento

Amazon è il brand con il più alto valore al mondo. Instagram è il marchio a più rapido incremento. Lo rivela la classifica BrandZTM Top 100 Most Valuable Global Brands di WPP e Kantar. Crescendo del 52% in un solo anno raggiungendo 315,5 miliardi di dollari, Amazon sorpassa Apple (al secondo posto con 309,5 miliardi di dollari) e Google (al terzo, con 309,0 miliardi di dollari) entrambe cresciute rispettivamente solo del 3% e 2%.

Amazon – Foto: Facebook

Nella Top 10, Facebook rimane fermo in sesta posizione mentre, per la prima volta, Alibaba supera Tencent diventando il marchio cinese di maggior valore, guadagnando 2 postazioni (al settimo posto) e crescendo del + 16% (131,2 miliardi di dollari). Tencent è sceso di tre posizioni all’ottava posizione, in calo del 27% con un valore pari a 130,9 miliardi di dollari.

In un contesto in cui i social media affrontano sfide in termini di trust e attrattività, Instagram (N. 44, 28,2 miliardi di dollari), con oltre 1 miliardo di utenti in tutto il mondo, si contraddistingue come il brand a più rapida crescita, guadagnando 47 posizioni con una crescita del valore del brand del +95%. Lululemon, il brand di abbigliamento sportivo ispirato allo yoga, è il secondo brand che è cresciuto più rapidamente (+77% rispetto al 2018) con un valore pari a 6,92 miliardi di dollari.

Altri top risers, come Netflix (+65%, N. 34, 34,3 miliardi di dollari), Amazon (+52%, 315,5 miliardi di dollari) e Uber (+51%, N. 53, 24,2 miliardi di dollari) evidenziano come la grande sensibilità alla tecnologia, che guida oggi il cambiamento, possa rapidamente mutare il contesto di riferimento, contesto in cui i consumatori attribuiscono sempre maggior valore all’experience, che arricchisce in modo rilevante la forza del brand.

«La crescita del valore dei 100 Top Brand di quest’anno raggiunge un livello storico e dimostra il potere di investire nei brand per offrire sempre maggiore valore agli azionisti – commenta David Roth, CEO di The Store WPP EMEA e Asia e Chairman di BrandZ -. Oltre a questo, emerge la forza dei brand che hanno saputo creare valore attraverso la costruzione di ecosistemi integrati. Stiamo assistendo a un passaggio da brand di singoli prodotti e servizi ad una nuova era di interazioni altamente dirompenti. I brand devono capire il valore che questo nuovo modello può offrire e dovrebbero considerare questo approccio per costruire le proprie strategie di crescita futura».

«Tempo fa la marca si costruiva (e manteneva il proprio valore) nel lungo periodo; oggi, non è più così – aggiunge Federico Capeci, CEO Italy, Greece & Israel, Kantar Insights Division -. In un mondo di volatilità, con la forza amplificatrice della rete, si acquisisce e si perde valore più rapidamente. Il brand si caratterizza sempre più come una community, i confini merceologici si sfumano e la forza della marca si arricchisce con il valore dell’experience. Le marche che, con grande sensibilità, hanno saputo leggere nei comportamenti e nelle esigenze dei propri clienti, l’evoluzione del contesto, sono oggi molto avanti rispetto a marche con approccio tradizionale. Il focus sul cliente/consumatore, con l’ascolto attento e proattivo di feedback, permette alle marche di focalizzarsi sulle aree di maggior rilevanza costruendo, appunto sull’experience, il nuovo vantaggio competitivo, come grandi player tipo Amazon, Apple, Google o Alibaba, ci insegnano».

Redazione-iGossip