Anna Tatangelo testimonial LILT contestata, Belen Rodriguez la difende su Instagram

Anna Tatangelo è stata scelta come testimonial della nuova campagna della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (LILT), ma la locandina hot che ritrae la compagna del cantautore campano Gigi D’Alessio in posa sensuale mentre stringe il seno fra le braccia ha scatenato l’ira delle femministe, in particolar modo di un gruppo di donne molto attivo su Facebook denominato “Le Amazzoni furiose”, e di numerose opinioniste tv, in primis la giornalista del Fatto Quotidiano Selvaggia Lucarelli. Polemiche e critiche social a raffica a tal punto che è intervenuto anche il presidente della LILT, il senologo chirurgo Francesco Schittulli, che ha ricordato a tutti che la collaborazione dell’artista di Libera è gratuita, sottolineando che la giovane artista farà anche un tour nelle scuole per parlare di prevenzione primaria. Anche la star tv argentina Belen Rodriguez e il giornalista di gossip Gabriele Parpiglia hanno difeso pubblicamente la mamma vip di Andrea nonché fidanzata di Gigi D’Alessio.

Anna Tatangelo - Foto: Facebook
Anna Tatangelo – Foto: Facebook

Anna Tatangelo e Belen Rodriguez sono molto amiche e questa volta la conduttrice tv di Tu sì que vales ha scelto di intervenire in un post pubblicato sul suo seguitissimo profilo Instagram per attaccare tutti i bigotti e i falsi moralisti: “Appena arrivata a Londra e sul comodino della stanza trovo questo #magazinetime Contro il bigottismo e a favore della prevenzione sempre. @annatatangeloofficial”.

Anna Tatangelo si è detta molto dispiaciuta, indignata e amareggiata per tutto ciò che è stato scritto e detto sulla nuova campagna LILT. “Non penso che una donna giovane – ha scritto Anna Tatangelo su Facebook -, con gli addominali e con il seno florido come il mio (cit), non possa prestarsi a fare una campagna come quella della LILT. Il tumore riguarda tutti e la prevenzione DEVE interessare tutte le età, soprattutto le ragazze. È fuori luogo che alcune blogger dicano che 28 anni sia una fascia troppo bassa per fare prevenzione. Ricordo che sono stata scelta anche per questo, perché ho 28 anni e sono una donna e una mamma che sostiene uno stile di vita sano per se stessa e suo figlio. Uno degli obiettivi che ho per la LILT, è proprio quello di arrivare ad un pubblico giovane con l’intento di fare campagna anche negli istituti scolastici”.

Il giornalista di Chi e conduttore radiofonico Gabriele Parpiglia ha condiviso una foto collage sul suo profilo Instagram che ritrae Anna Tatangelo e Kate Moss senza veli per due campagne di sensibilizzazione a favore della prevenzione del tumore al seno. Ha sottolineato che in America nessuno si è scandalizzato per la foto sensuale della top model britannica come invece è successo in Italia con Anna Tatangelo. Motivo? Nel nostro Paese è dilagante l’invidia sociale e morale!

Redazione-iGossip