Asia Argento criticata da Alessandra Cantini: “Weinstein non è un maiale”

Asia Argento è stata criticata dall’attrice e candidata per Forza Italia alla Regione Toscana Alessandra Cantini in merito allo scandalo Weinstein durante il programma radiofonico La Zanzara di Radio 24.

Asia Argento – Foto: Twitter

“Tra Asia Argento e Weinstein preferisco Weinstein – ha dichiarato la rappresentante di Forza Italia – Asia Argento ha goduto di ciò che ha ottenuto. Prima accetta i favori di un uomo e dandogli favori gode un sacco e poi lo denuncia e lo rovina”. Secondo Alessandra, se le donne traggono vantaggi dall’usare il loro corpo nel mondo del lavoro non possono anni dopo denunciare l’uomo in questione cavalcando l’onda del movimento #MeToo.

Poi si è scagliata contro tutte le attrici e star del jet set internazionale che hanno accusato il potente produttore cinematografico americano Harvey Weinstein: “Se le donne non volevano essere costrette a farlo non lo facevano e se ne andavano. Evidentemente erano compiacenti. Lui non è un maiale – ha specificato Alessandra Cantini -, è un uomo con degli istinti che si trova davanti delle giovani ragazze, col potere di portarle accanto. È un uomo, non un maiale. Non si possono chiamare gli uomini maiali perché esternano i propri istinti. È un uomo di potere e spesso il potere va di pari passo con la sessualità”.

Redazione-iGossip