Attentato al concerto di Ariana Grande a Manchester: 22 morti e 60 feriti

Attentato kamikaze al concerto della famosa popstar statunitense Ariana Grande a Manchester. Il bilancio è davvero drammatico: 22 morti e 60 feriti. La BBC ha rivelato che tra le vittime ci sono molti bambini. La terribile e immane strage è avvenuta ieri sera intorno alle ore 22,30, subito dopo la fine dello show musicale della cantante americana Ariana Grande, che è rimasta illesa.

Attentato al concerto di Ariana Grande a Manchester – Foto: Twitter

La struttura, la più grande arena indoor del Vecchio Continente con una capienza di oltre 21.000 posti, era affollata soprattutto di giovani e adolescenti.

Il capo della polizia di Manchester Ian Hopkins ha dichiarato alla stampa: “Il terrorista è morto sulla scena dopo aver attivato l’esplosivo. Stiamo trattando il caso come un attacco  terroristico e crediamo che l’attentato della notte scorsa sia stato condotto da un uomo – ha proseguito -, ma la priorità ora è stabilire se stava agendo da solo o come parte di una rete. Posso confermare che l’attentatore è morto all’Arena. Noi crediamo che l’attentatore stesse trasportando un dispositivo esplosivo improvvisato, che poi è detonato causando questa atrocità. Chiediamo alle persone di non speculare sui particolari o condividere nomi. C’è un’inchiesta complessa e ampia. La nostra priorità è lavorare con la National Counter Terrorist Policing Network e i servizi di intelligence per stabilire ulteriori dettagli sull’individuo che ha condotto questo attacco“.

La premier britannica Teresa May ha diffuso un messaggio di cordoglio e solidarietà alle famiglie delle vittime di un orrendo attacco terroristico. La campagna elettorale è stata sospesa. La premier britannica ha convocato d’urgenza il Consiglio dei ministri e il comitato d’emergenza Cobra: “Stiamo lavorando per determinare a pieno le dinamiche di quello che viene considerato dalla polizia un orribile attentato terroristico”.

La Farnesina è in contatto con le autorità inglesi per verificare l’eventuale presenza di italiani. “I nostri pensieri alle vittime dell’attacco di #Manchester e alle loro famiglie”, ha scritto il presidente del Consiglio dei ministri italiano Paolo Gentiloni su Twitter.

“Seminare la morte in un concerto, tra giovanissimi. Ciò che è accaduto spezza il cuore. Una preghiera e un pensiero per le vittime e per quei genitori, per quelle famiglie devastate da un dolore che inizia oggi e non avrà più fine”, ha scritto l’ex premier italiano Matteo Renzi su Facebook.


Redazione-iGossip