Brexit, Boris Johnson avverte l’Ue: “Il Regno Unito potrebbe andarsene senza pagare un penny”

Brexit, ultime news dal Regno Unito. Il  segretario di Stato per gli Affari Esteri e del Commonwealth del Governo May, Boris Johnson, ha lanciato un duro avvertimento ai leader dell’Unione europea. Durante un’intervista al vetriolo rilasciata al tabloid britannico Daily Telegraph, l’ex sindaco di Londra ha criticato le somme che gli istituti sovranazionali europei hanno calcolato per l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea: Londra dovrebbe pagare dai 40 ai 60 miliardi di euro per onorare gli impegni presi nei diversi programmi e fondi europei.

Boris Johnson – Foto: Facebook

Somme assurde per Johnson che al Daily Telegraph ha dichiarato: “Vogliono dissanguare questo Paese con la loro fattura”. Il segretario di Stato inglese ha minacciato di lasciare il tavolo dei negoziati “senza pagare proprio niente”.

Il ministro Boris Johnson, uno dei principali artefici della campagna pro-Brexit, ha spiegato che è l’Ue che rischia alla fine di dover aprire il portafoglio: “Noi co-deteniamo alcuni beni per i quali abbiamo pagato per anni, il cui valore bisognerà valutare accuratamente”.

Secondo il tabloid britannico, il Regno Unito avrebbe il diritto ad un rimborso di 9 miliardi di sterline (10,6 miliardi di euro) dalla banca europea di investimenti (bei) e di altri 14 miliardi di sterline in liquidità e beni immobiliari.

Redazione-iGossip