Caso Denise Pipitone, le foto di Olesya Rostova: grande attesa per la prova del DNA

Il Caso Denise Pipitone torna nuovamente al centro della cronaca italiana e internazionale dopo lo scoop del programma tv di Raitre, Chi l’ha visto?, che è riuscito a scovare l’appello di una ragazza 21enne durante il programma del Primo Canale russo, Lasciali Parlare.

Ben 17 anni dopo la sua scomparsa da Mazara del Vallo nel 2004, crescono sempre di più i dubbi, le supposizioni e le congetture. I confronti somatici tra le foto della piccola Denise e quelle di Olesya Rostova bimba, ragazza e adulta sembrano lasciare ancor di più in sospeso la risposta definitiva.

Nell’appello in diretta tv la ragazza ha spiegato di essere stata rapita all’età di 5 anni, poi è finita in un campo nomadi, infine mentre chiedeva l’elemosina è stata arrestata e trasferita in un orfanotrofio. “Non ti ho mai dimenticato, ti sto cercando e ho la possibilità di trovarti – ha spiegato tra le lacrime la ragazza rivolgendosi all’ipotetica mamma mai conosciuta – Eccomi qui, sono viva, voglio conoscerti e trovarti”.

Restano però tanti ma. Le foto di Olesya da piccola confrontate con quelle di Denise non convincono molto gli esperti del caso. Inoltre Olesya sostiene di non conoscere una parola di italiano, mentre la Maggio ha sempre ricordato che Denise parlava in italiano e perfino in dialetto siciliano con molta scioltezza.