Cicciolina infuriata contro Luigi Di Maio per il taglio dei vitalizi

Cicciolina infuriata contro Luigi Di Maio per il taglio dei vitalizi. L’ex diva a luci rosse è molto adirata perché il suo vitalizio è sceso da 3.100 euro a 1.000 euro al mese.

L’ex deputata del Partito Radicale si è sfogata ai microfoni dell’Adnkronos, attaccando duramente l’ex capo politico del Movimento Cinque Stelle Luigi Di Maio, che è pronto a scendere in piazza per difendere il taglio dei vitalizi: “A me non può fregare niente di Di Maio, di quello che fa in piazza. Mi pare sia stato mandato via dal suo gruppo… una volta vendeva le bibite e ora è ministro. Dico una cosa: se in campagna elettorale avessi promesso a tutti il reddito di cittadinanza, oggi sarei stra-ministro, anzi, starei a Strasburgo…”.

Cicciolina ha spiegato: “In questo governo ci sono grandi conflitti… invece di litigare sempre dovrebbero risolvere problemi basilari, c’è gente che non ha lavoro, piccoli imprenditori che si sono suicidati. Vorrei capire perché gli ex senatori riavranno i vitalizi… gli ex deputati sono pecore nere, avranno solo calci in culo? Non è giusto, c’è qualcosa che non mi quadra”.

Ha poi attaccato il ministro degli Affari Esteri: “Da 3.100 lordi che prendevo, mister genio mi ha messo mille euro al mese… nel frattempo potevo anche morire di fame se non mi davo da fare. Ma con un governo così mi sa che me ne vado dall’Italia”.

Perché non la si vede in tv né nei reality? Perché è un personaggio scomodo.

Redazione-iGossip