Coronavirus, 11 morti e oltre 325 contagi: la decisione della ministra Azzolina sulla scuola

Coronavirus ultime news e aggiornamenti: 11 morti e oltre 325 contagi in 9 regioni d’Italia. Ben 240 casi con 9 vittime in Lombardia; 45 casi con 2 morti in Veneto; 26 casi in Emilia Romagna; 3 in Piemonte, Lazio e Sicilia; 2 in Toscana e Liguria; 1 in Alto Adige.

Coronavirus – Foto: Pixabay.com

Coronavirus ultime news in Italia

Le ultime quattro vittime sono un 84enne di Nembro, in provincia di Bergamo, un uomo di 91 anno di San Fiorano, una donna di 83 anni di Codogno, entrambi in provincia di Lodi e una donna di 76 anni che era stata ricoverata in rianimazione a Treviso per complicanze respiratorie. Secondo quanto riferito dal commissario straordinario Angelo Borrelli nel corso della conferenza stampa alla protezione civile, sono 325 i contagiati in Italia, di cui tre in Sicilia. C’è il primo caso di coronavirus a Barcellona: una donna italiana di 36 anni residente in Spagna, appena rientrata da un viaggio tra Bergamo e Milano.

LEGGI I CONSIGLI, LE LINEE GUIDA E LE PRECAUZIONI PER EVITARE IL CONTAGIO DA CORONAVIRUS

E sono due italiani provenienti da Bergamo i contagiati registrati in Tirolo. Lo si apprende da fonti informate. Secondo diversi media, l’albergo di Innsbruck, dove lavora la donna, è stato messo in isolamento. La coppia, attualmente in quarantena in un ospedale di Innsbruck, era arrivata in Tirolo in auto la settimana scorsa.

“In Italia c’è una popolazione anziana e si spiegano così i tassi di mortalità del 2-3%. Gli anziani sono più fragili, lo vediamo con l’influenza. Da quest’ultima possiamo proteggerli con il vaccino; non essendoci il vaccino per il Coronavirus c’è la mortalità. L’unica maniera per proteggerli è circoscrivere i focolai come si sta facendo”. Lo ha detto Giovanni Rezza, direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità in conferenza stampa alla Protezione civile. Prima che fosse individuato il ‘caso indice’, vale a dire il 38enne di Cologno, il coronavirus era già in circolazione nel lodigiano da una/due settimane. Il direttore del Dipartimento malattie infettive dell’Iss Giovanni Rezza ha confermato che il focolaio è abbastanza circoscritto: “Quasi tutto è riconducibile all’epicentro dell’epidemia, che si trova nel lodigiano. Poi ci sono un paio di focolai più piccoli in Veneto. Ma gli altri sono casi che vengono dall’epicentro dell’epidemia”.

PANICO ALL’OSPEDALE DI CODOGNO, LO SFOGO DISPERATO DI UN INFERMIERE

Coronavirus, la decisione della ministra Lucia Azzolina sulla scuola

Scuola – Foto: Pixabay.com

L’ex ministro dell’Interno del Governo Conte 1, Matteo Salvini, ha proposto il prolungamento dell’anno scolastico vista l’emergenza Coronavirus. La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, ha fatto riferimento alla normativa che stabilisce che al ricorrere di situazioni imprevedibili è fatta salva la validità dell’anno scolastico. “Non c’è nessun rischio che gli studenti perdano l’anno – ha detto Lucia Azzolina ai microfoni di Radio 24 -. Le scuole nella loro autonomia scolastica potrebbero anche prevedere di allungare l’anno, ma non sarà necessario perché abbiamo attivato una task force per garantire la didattica a distanza”.

EMERGENZA CORONAVIRUS: LE DISPOSIZIONI DELLE REGIONI PUGLIA E BASILICATA

La ministra Azzolina ha poi aggiunto: “Nelle scuole abbiamo posto in essere delle misure draconiane e molto restrittive per contenere la diffusione del virus. Se le misure avranno, come speriamo, degli effetti immediati, io penso che dalla prossima settimana si potrebbe iniziare a pensare a una chiusura provinciale delle scuole – ha proseguito -, più legata alle zone dei focolai, come nel lodigiano. Se a Varese, ad esempio, non avremo casi, credo che li’ le scuole potranno ricominciare”.

Redazione-iGossip