Coronavirus Fase 2: due metri di distanza nei negozi e posti alternati per chi prende l’aereo

Coronavirus Fase 2 in Italia: ultime notizie e aggiornamenti. Il Governo Conte 2 sta studiando tutte le misure possibili per far riaprire in totale sicurezza il Paese a partire dal 4 maggio. Tra le misure certe spicca l’obbligo della mascherina almeno fino a quando non sarà pronto il vaccino anti-Covid19. Ma quali sono le altre misure previste dall’esecutivo?

Coronavirus – Foto: Pixabay.com

Attività produttive, negozi, estetiste, acconciatori e palestre

Il Governo Conte 2 vuole far ripartire dal 4 maggio tutte le attività produttive che fanno Pil. Intanto l’Inail fa sapere che “dove non è già presente il medico competente, in via straordinaria, devono provvedere alla nomina di un medico competente ad hoc per il periodo emergenziale o soluzioni alternative, anche con il coinvolgimento delle strutture territoriali pubbliche (ad esempio, servizi prevenzionali territoriali, Inail, ecc.) che, come per altre attività, possano effettuare le visite, magari anche a richiesta del lavoratore”.

CORONAVIRUS, ROCHE CEDE GRATIS IL FARMACO PER L’ARTRITE REUMATOIDE

In base a questo “il medico competente va a rivestire un ruolo centrale soprattutto per l’identificazione dei soggetti suscettibili e per il reinserimento lavorativo di soggetti con pregressa infezione da Covid-19”. L’Inail pertanto suggerisce anche “la ‘sorveglianza sanitaria eccezionale‘ per i lavoratori con età superiore ai 55 anni o al di sotto di tale età ma che ritengano di rientrare, per condizioni patologiche, in questa condizione anche attraverso una visita a richiesta. In assenza di copertura immunitaria adeguata (utilizzando test sierologici di accertata validità), si dovrà valutare con attenzione la possibilità di esprimere un giudizio di ‘inidoneità temporanea‘ o limitazioni dell’idoneità per un periodo adeguato, con attenta rivalutazione alla scadenza dello. Riapriranno anche i negozi di abbigliamento e calzature, e tutti i negozi al dettaglio che sono in condizioni di garantire la sicurezza di personale e clienti con mascherine e guanti, la distanza di un metro, le file all’esterno e i dispenser per il disinfettante alle casse.

ARBIDOL E LA BUFALA SUL MIRACOLOSO FARMACO RUSSO CONTRO IL CORONAVIRUS

Misure più rigide per estetiste, acconciatori e barbieri che dovranno provvedere a tutti i dispositivi di sicurezza, alla sanificazione costante dei luoghi e alla sterilizzazione degli strumenti. Soltanto in un secondo momento saranno riaperti i centri commerciali, gli stabilimenti marittimi e le palestre. Ultimi a riaprire bar, ristoranti, cinema e teatri. Discorso più complesso quello della riapertura dei musei, sia per le file agli ingressi, sia soprattutto per i costi di gestione, che non potrebbero essere sostenuti con una bassa affluenza.

PSICOLOGI E PSICOANALISTI CONTRO PAURE E SCONFORTO: IL SERVIZIO CONTRO IL NUOVO CORONAVIRUS

Gli spostamenti e le distanze di sicurezza

A partire dal 4 maggio è molto probabile che la distanza di sicurezza potrebbe essere ampliata fino a due metri. Il Ministero della Salute sta pensando di confermare il metro di distanza per fare la fila davanti ai negozi, mentre, negli spazi chiusi o nei centri commerciali il distanziamento dovrebbe essere di due metri. Non è ancora chiaro se sarà possibile spostarsi da comune a comune. Il permesso di uscire dalla propria Regione di residenza dipenderà dall’andamento del contagio e soprattutto dalle ordinanze dei Governatori di Regione. Chi ha più di 70 anni e patologie avrà limitazioni negli spostamenti. I ragazzi non potranno incontrarsi in più di due o tre in quanto gli assembramenti resteranno vietati.

Viaggi in aereo, passeggiate e sport all’aria aperta

Sì ai viaggi in aereo, ma rispettando alla lettera il rispetto di tutte le norme di sicurezza. Alitalia ha inviato una mail a chi ha già un biglietto e deve effettuare viaggi per lavoro o per esigenze familiari in cui invita i clienti “ove possibile, ad effettuare il web check-in oppure ad utilizzare i chioschi del fast check-in in aeroporto”. Inoltre, “durante le operazioni effettuate in aeroporto è necessario mantenere sempre la distanza di sicurezza di almeno un metro e consigliato indossare una mascherina protettiva”. La compagnia aerea chiarisce che “l’imbarco sarà effettuato, ove possibile, con il jet-bridge; in caso di utilizzo della navetta, è stato previsto un limite massimo di passeggeri”. Bisognerà presentare l’autocertificazione indicando la destinazione, l’indirizzo della destinazione e il tempo di permanenza. A bordo la mascherina è obbligatoria e il posto accanto ad ognuno sarà lasciato vuoto, tranne se si vola con un familiare o con un minore. Sì alle passeggiate e allo sport all’aria aperta, ma da soli. Si potranno incontrare familiari con mascherine e guanti. Si allenterà un po’ sulle uscite con i bambini.

EMERGENZA NUOVO CORONAVIRUS: ECCO COSA FARE IN CASO DI FEBBRE, TOSSE, MAL DI PANCIA, NAUSEA E RAFFREDDORE

Redazione-iGossip