Don Michele Barone arrestato per violenze e abusi sessuali nei confronti di bambine con problemi psichici

Don Michele Barone è stato arrestato per violenze e abusi sessuali nei confronti di bambine con problemi psichici. Il prete dei vip era a capo di una vera e propria setta. Spesso ospite nei salotti tv di Barbara D’Urso, Pomeriggio 5 e Domenica Live, il controverso sacerdote organizzava spesso viaggi spirituali a Medjugorie. A questi viaggi aveva preso parte anche la famosa showgirl umbra Sara Tommasi, dopo che aveva chiuso con il mondo a luci rosse.

Don Michele Barone con Sara Tommasi – Foto: Facebook

Una vicenda macabra, vergognosa e diabolica che è emersa grazie a un servizio del programma tv di Italia 1 Le Iene, nel quale una bambina di nome Nicoletta ha raccontato di come don Michele Barone esorcizzava la sorellina con problemi psichici, che invece necessitava di cure mediche.

La Squadra Mobile della Questura di Caserta ha eseguito un’ordinanza di custodia in carcere, su disposizione della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere guidata da Maria Antonietta Troncone. L’accusa nei confronti del sacerdote dei vip è di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti. Ai domiciliari i genitori della ragazza, Cesare Tramontano e Lorenza Carangelo, e Luigi Schettino, dirigente di polizia che provò a convincere Nicoletta Tramontano, la sorella maggiore della vittima, a ritirare la denuncia nei confronti del prete esorcista.

La procuratrice Maria Antonietta Troncone ha spiegato che le “indagini hanno consentito di stigmatizzare un contesto criminale inquietante”. Il prete “ha perpetrato su numerose donne, tra le quali la minore e una giovane, medievali e brutali riti esorcisti, da qui l’accusa di violenza sessuale aggravata e dei maltrattamenti in famiglia”. Don Michele Barone convinceva le donne che erano possedute dal demonio e le sottoponeva a trattamenti disumani. Le vittime nel corso di questi riti “sono state violentemente percosse, brutalmente ingiuriate e minacciate, e costrette a subire contro la loro volontà atti sessuali: palpeggiamenti in zone erogene, denudazione e l’aberrante prassi di dormire, nude, insieme al prete e alla sua amante”.

Dalle indagini è emerso che una donna “ è stata costretta in più circostanze, a compiere e a subire atti sessuali, con la minaccia che, nell’ipotesi di rifiuto, sarebbe stata certamente punita dalla Madonna, da San Michele e da altri Angeli e Santi”.

Redazione-iGossip