Don Michele Barone minacciato di morte da altri detenuti in carcere

Don Michele Barone è stato minacciato di morte da altri detenuti in carcere secondo il codice d’onore dei carcerati che mira a punire pedofili e violentatori. L’ha rivelato suo padre Vincenzo mediante una nota inviata alla stampa. Il sacerdote del Tempio di Casapesenna nonché prete dei vip è in prigione poiché è stato accusato di abusi, maltrattamenti e violenza sessuale ai danni di una minorenne di 14 anni.

Il prete dei vip è finito in carcere il 23 febbraio con l’accusa di violenza sessuale aggravata e maltrattamenti anche su minori, in particolare su una ragazzina di 14 anni con problemi psichici che il sacerdote curava con l’esorcismo. Inizialmente è stato condotto nella casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere e subito dopo presso il carcere di Vallo della Lucania.

Suo padre ha rivelato che don Michele Barone è stato isolato per evitare altri comportamenti dannosi nei suoi confronti.

Redazione-iGossip