Donald Trump rinuncia allo stipendio e dichiara il suo appoggio ai matrimoni gay

Donald Trump ha rinunciato al suo stipendio faraonico da presidente degli Stati Uniti d’America e ha espresso il suo appoggio ai matrimoni gay. Il miliardario imprenditore edile e politico statunitense Donald Trump ha rassicurato la comunità lgbt americana sulle nozze gay nella sua prima intervista da capo della Casa Bianca alla CBS: “I matrimoni gay? Una questione già decisa. E’ legge, c’è una decisione della Corte suprema, è fatta e a me va bene”.

Donald Trump - Foto: Facebook
Donald Trump – Foto: Facebook

Il 45° presidente degli Usa ha poi mantenuto la promessa fatta in campagna elettorale: rinuncerà al suo stipendio da 400mila dollari all’anno. “Non prenderò lo stipendio – ha detto Trump – Credo che per legge dovrei prendere un dollaro, quindi prenderò un dollaro l’anno”.

Pugno duro contro l’aborto e i clandestini. I nuovi giudici della Corte Suprema saranno pro-life e sulla questione delle armi saranno molto a favore del Secondo emendamento. “Quello che faremo è prendere la gente che ha problemi di criminalità – ha detto Donald Trump -, con la fedina penale sporca. C’è tanta gente così, probabilmente due milioni, potrebbero essere pure tre milioni. Li manderemo fuori dal Paese e li manderemo in prigione”.

E sui manifestanti che sono scesi in piazza all’indomani dell’Election Day 2016, il neo eletto presidente Usa ha detto: “Credo che non mi conoscano. Non abbiate paura”.

Redazione-iGossip