Facebook dopo gli scandali promette trasparenza

Facebook, dopo i numerosi scandali che l’hanno coinvolto, promette trasparenza agli utenti. Grazie all’azione della Commissione Europea, modifica le condizioni d’uso e si assume le sue responsabilità in caso di negligenza. Inoltre adotta misure più severe per combattere la diffusione di notizie false, sfruttando anche un’interfaccia più chiara per gli utenti.

Facebook – Foto: Pixabay.com

L’azione è rivolta in particolar modo a contrastare le fake news, che il famoso e popolare social network ha finora cercato di contrastare offrendo maggiori informazioni mediante il “Context Button”, che mostra dati sull’autore delle informazioni, sul sito web e sulla frequenza di condivisione dei suoi articoli. Presto queste informazioni saranno ampliate: è in fase di test una soluzione per validare l’attendibilità anche delle immagini. I testi saranno invece accompagnati da indicatori di attendibilità, correttezza e accuratezza, secondo gli standard del consorzio Trust Project.

Per fare fronte alla richiesta di maggiore trasparenza, Facebook renderà accessibili informazioni sulle modalità di finanziamento del social network e sugli introiti derivanti dall’utilizzo dei dati sui consumatori.

Inoltre, dopo l’adozione di misure volte al rispetto della normativa, Facebook ha anche modificato la propria politica di limitazione della responsabilità. Ora riconosce la propria responsabilità in caso di negligenza, ad esempio in caso di utilizzo improprio dei dati da parte di terzi.