Facebook dopo lo scandalo privacy chiude Onavo VPN

Facebook dopo lo scandalo privacy ha deciso di chiudere Onavo VPN. Questa applicazione aveva consentito al potente e famoso colosso del web di monitorare il tempo che le persone spendevano e i dati mobili e Wi-Fi che utilizzavano per ogni app, oltre a informazioni dei siti web visitati. Mostrava anche il modello del dispositivo utilizzato. Quest’app aveva raccolto i dati che hanno poi convinto Facebook ad acquistare WhatsApp.

Facebook – Foto: Pixabay.com

Onavo sarà presto ritirata dal Play Store su iniziativa volontaria di Facebook, poiché risulta coinvolta nello scandalo Facebook Research, attraverso il quale gli utenti venivano pagati fino a 20 dollari al mese per fornire alla società tutti i loro dati di navigazione. Si è poi scoperto che Facebook aggirava le regole dell’App Store sfruttando in modo improprio i certificati enterprise, il che ha portato Apple a revocare brevemente tutti i certificati di Facebook.

“Le ricerche di mercato aiutano le aziende a costruire prodotti migliori per le persone. Stiamo spostando il nostro focus sulla ricerca di mercato basata sulla ricompensa, il che significa che stiamo per concludere il programma Onavo“, ha detto un portavoce a TechCrunch.

Redazione-iGossip