Giorgio De Stefano: le ultime parole del compagno di Silvia Provvedi prima dell’arresto

Giorgio De Stefano è stato arrestato nelle prime ore del mattino di mercoledì 24 giugno, nel corso dell’operazione Malefix, che prende il nome dal soprannome del clan della ‘ndrangheta De Stefano, uno dei casati più importanti nel panorama criminale italiano. Oltre al compagno della cantante, ex concorrente del Grande Fratello Vip e dell’Isola dei famosi, Silvia Provvedi, sono state arrestate altre 20 persone, tutte appartenenti all’élite dei clan di Reggio Calabria, le famiglie De Stefano-Tegano e Libri, più i quadri alti del clan Molinetti.

Giorgio De Stefano e Silvia Provvedi – Foto: Facebook

Tempi tristi e difficili per l’ex fidanzata di Fabrizio Corona. Proprio pochi giorni fa Silvia Provvedi è diventata mamma per la prima volta della piccola Nicole, avuta proprio dall’imprenditore-boss Giorgetto De Stefano, soprannominato il Malefix.

Il Corriere della Sera ha riportato le ultime parole del compagno della cantante, web influencer e conduttrice tv Silvia Provvedi prima dell’arresto.

Giorgio De Stefano è figlio illegittimo di don Paolino, storico capo della famiglia, ma nonostante non avesse una discendenza naturale all’interno della famiglia è stato considerato membro effettivo tanto che i suoi fratelli lo hanno sempre considerato come persona affidabile e capace, tanto da affidargli compiti di primissimo piano.

Come riferisce il Corriere della sera, Giorgio De Stefano non si trovava a casa sua mercoledì ma a casa di sua cognata, Giulia Provvedi. Insieme a lui anche Giulia e la piccola appena nata, perché nel loro appartamento si era improvvisamente guastato l’impianto di condizionamento. La famiglia, quindi, aveva trovato rifugio a casa dell’altra metà delle Donatella ed è qui che i poliziotti della Squadra Mobile di Milano lo ha arrestato. “Sono venuti a prendermi”, avrebbe detto Giorgio De Stefano alla sua compagna, quando la polizia ha citofonato a casa.

L’esposizione mediatica infastidiva i colonnelli della cosca ma Giorgio De Stefano era sempre molto attento a non comparire troppo sui social e a evitare paparazzi e interviste. Nei suoi frequenti viaggi a Reggio Calabria, Malefix non aveva mai con sé il telefono cellulare e dopo essere arrivato fino a Napoli in treno, si faceva scortare in Calabria dagli uomini di fiducia. Pare sapesse di essere attenzionato dalla Dda, tanto che dopo l’arresto di suo fratello Dimitri, nel 2016, Giorgino vola in Spagna, dove resta per qualche tempo.

Redazione-iGossip