Giovani solitari e depressi per colpa dei telefonini: snobbano anche il sesso

Giovani solitari e depressi per colpa dei telefonini! Quante volte abbiamo ascoltato i nonni e i genitori lamentarsi per l’uso scorretto e sconsiderati dei cellulari da parte degli adolescenti? Tantissime volte. Ora l’ultimo studio sulla generazione iPhone e Smartphone condotto dalla psicologa Jean Twenge, docente a San Diego University, getta nuove ombre sui mitici cellulari. In un libro intitolato “iGen” (la Generazione iPhone) ha riportato i dati degli ultimi 40 anni e ha scoperto che i teenager statunitensi sono più depressi e meno inseriti a scuola o al lavoro, dei loro genitori e nonni.

Ragazza con il cellulare – Foto: Pixabay.com

I risultati sono davvero sconcertanti e agghiaccianti! I giovani di oggi passano meno tempo con gli amici e dedicano poco tempo allo studio e allo sport. Snobbano perfino il sesso. I suicidi aumentano, preceduti dall’uso di droghe, e l’insicurezza sociale genera bullismo aggressivo e vittimismo paralizzante.

Qual è la soluzione per arginare questo triste fenomeno? Secondo la psicologa occorre impartire il seguente ordine “Posate quei telefoni!” sia a scuola sia in famiglia. Già numerosi docenti universitari illustri, Jeff Jarvis o Sherry Turkle, hanno vietato agli studenti di usare in classe cellulari e computer, privilegiando solo quaderni e penne come ai vecchi tempi!