Incidente corso Francia a Roma, Pietro Genovese: “Non ho visto Gaia von Freymann e Camilla Romagnoli, sono sbucate dal nulla”

Incidente corso Francia a Roma: il 19enne Pietro Genovese ha rivelato durante l’interrogatorio con la giudice per le indagini preliminari, Bernadette Nicotra, di non aver visto proprio Gaia von Freymann e Camilla Romagnoli quella maledetta notte.

Sabato 21 dicembre 2019 il figlio del regista Paolo Genovese ha travolto con il suo suv le due adolescenti che non sono riuscite a sopravvivere all’impatto. In questi giorni si stanno svolgendo le indagini per capire cosa sia successo.

«Sono sbucate all’improvviso, non le ho viste», ha più volte ribadito il 19enne. Il giovane dovrà fare i conti con i due elementi principali dell’accusa: la questione della velocità di marcia (superiore a quella prevista dal codice della strada) e quella del tasso di alcol nel sangue (pari a 1,4 grammi per litro). Vi sono poi altri due aspetti — la positività a sostanze stupefacenti e l’arresto del Suv — destinati ad entrare nel processo sebbene fino a questo momento non siano state considerate delle aggravanti.

I suoi amici, Davide Acampora e Tommaso Edoardo Fornari Luswerg che viaggiavano con lui, saranno ascoltati dai magistrati Roberto Felici e Nunzia D’Elia il 3 gennaio.

Redazione-iGossip