Kim Jung-un della Corea del Nord non è un pazzo: lo rivela la CIA

Kim Jung-un della Corea del Nord non è affatto un pazzo: lo rivela la CIA, secondo cui il giovane despota ha una chiara strategia volta a proteggere il suo potere. Le minacce e gli insulti tra Kim Jun-un e Donald Trump non si placano e lo spettro di una guerra mondiale nucleare continua a tenere banco sulla stampa internazionale.

Kim Jong-un e Donald Trump – Foto: Twitter

Alcuni alti funzionari della CIA pensano che il dittatore coreano sia un attore razionale concentrato sulla sopravvivenza del regime.

“C’é una chiarezza d’intenti in ciò che Kim Jong-un ha fatto”, ha detto Yong Suk Lee del Centro di Controllo coreano della CIA, durante una conferenza organizzata dall’agenzia, secondo quanto riporta oggi il quotidiano britannico Telegraph.

“Svegliarsi una mattina e decidere di attaccare Los Angeles con armi nucleari probabilmente non é ciò che Kim Jong-un farebbe – ha detto Lee in dichiarazioni riportate dalla Cnn – Kim vuole governare per un lungo tempo e vuole morire pacificamente nel suo letto”.

Lee, come Michael Collins del Centro Est Asiatico e Pacifico della Cia, concordano che un rapporto conflittuale rappresenti un elemento centrale nella strategia del dittatore per mantenere il potere.