La triste storia di Stefano Cucchi scritta in un graphic novel

Il Buio, la lunga notte di Stefano Cucchi”  è un graphic novel che apre le porte sul caso di cronaca che ha sconvolto le coscienze del nostro Paese. Edito da Round Robin, scritto da Floriana Bulfon, giornalista d’inchiesta di Repubblica/L’Espresso, sarà presentato sabato 9 marzo, ore 18.30, presso la libreria “Quintiliano” di Bari, via Arcidiacono Giovanni, 9. Discuterà con l’autrice Michele Laforgia, avvocato penalista. Modera: Tommaso Forte, giornalista. Domenica, invece, ore 11.00, la stessa opera sarà presentata a Bitetto nella libreria “La Prima” ubicata nel borgo medioevale della Città. L’iniziativa è promossa dall’associazione “Terra del Mediterraneo”.

Un’inchiesta che ha mobilitato tutta l’opinione pubblica italiana, ancora oggi in attesa di una verità che sta lentamente affiorando: Stefano Cucchi, arrestato la notte del 16 ottobre 2009 dai carabinieri, è deceduto il 22 ottobre nel reparto penitenziario dell’Ospedale Sandro Pertini di Roma, dopo un pestaggio avvenuto la prima notte di arresto.

Oltre nove anni ripercorsi all’interno delle aule di Tribunale tra presunte bugie, depistaggi, verbali “corretti” e relazioni falsificate. Dunque, questi gli elementi de “Il Buio, la lunga notte di Stefano Cucchi”, firmato dalla giornalista Floriana Bulfon (L’Espresso) e dall’autore Noir e sceneggiatore Emanuele Bissattini, con i disegni di Domenico Esposito e Claudia Giuliani. L’opera offre ai lettori una ricostruzione che parte dagli atti di un processo lungo e complesso –  ancora in corso – per ripercorrere non solo la storia degli ultimi sette giorni di vita di Cucchi, ma l’intera vicenda processuale arrivata fino alla confessione di uno dei carabinieri.

Un graphic novel che racconta anche la rabbia e il dolore di una famiglia ancora in cerca di verità e la necessità di fare luce, una volta per tutte sulla morte di Stefano.