Lo yoga riduce l’ansia e riplasma il cervello

Lo yoga riduce l’ansia e riplasma il cervello. Lo rivela uno studio scientifico condotto dagli scienziati dell’Harvard Medical school che è stato pubblicato sul Frontiers in Immunology. Secondo gli studiosi, lo yoga ridurrebbe il cortisolo, l’ormone dello stress che, a lungo andare, aumenta l’infiammazione. Questo fattore è alla base della maggior parte delle patologie che spaziano dalle sindromi metaboliche al temibile cancro.

Yoga – Foto: Pixabay.com

L’equipe di scienziati, coordinata dal ricercatore dell’Harvard Medical school Jonathan Greenberg, ha verificato che uno degli effetti principali dello yoga sia quello di modificare le strutture cerebrali correlate all’attenzione, alla consapevolezza e alla gestione del pensiero. Lo yoga è in grado di variare il volume di tali strutture dopo due mesi: “Dopo 8 settimane di training, il cervello dei partecipanti ha evidenziato un incremento nella materia grigia dell’ippocampo, coinvolto nell’apprendimento e nella memoria”.

Un’altra ricerca condotta dagli scienziati dell’Università della California a Los Angeles (UCLA) ha mostrato come lo yoga prevenga il declino cognitivo e combatti Alzheimer e demenza senile.

Un’altra ricerca condotta dal National Institute of Mental Health and Neuro Sciences (NIMHANS) di Bangalore ha stabilito che lo yoga contrasta efficamente ansia e depressione.

Le pratiche ascetiche e meditative sono davvero utili, importanti, significative ed efficaci.