Lonely Planet: Bari è tra le 10 mete più belle d’Europa del 2019

Gli esperti di viaggio di Lonely Planet hanno setacciato coste remote, città in fermento e regioni poco note dell’Europa, alla ricerca dei posti migliori da visitare quest’anno. Dalle foreste popolate di orsi alle cittadine orlate di vigneti, le 10 destinazioni scelte sono le più eccitanti del continente in questo momento: un mix di vecchie glorie rigenerate e di meraviglie meno conosciute, pronte a lanciarsi sotto i riflettori nel 2019.

Bari by night – Foto: Pixabay.com

Gli Alti Tatra in Slovacchia sono al top delle destinazioni Best in Europe 2019. Al secondo posto della classifica c’è la capitale della Spagna, Madrid. Lonely Planet ha incoronato Bari come una delle 10 mete più belle d’Europa del 2019. Medaglia di bronzo per l’Arctic Coast Way in Islanda. Subito dopo il podio c’è Erzegovina e poi al quinto posto c’è l’unica città italiana della top ten: il capoluogo della Puglia, Bari.

Questa la motivazione: “Dalla città portuale un tempo malridotta che sorge sul tallone d’Achille italiano, si gode la rinascita avvenuta nel corso di un decennio. Il rinnovato centro storico è il cuore, i negozi chiusi sono diventati ristoranti a conduzione familiare dove le nonne cucinano piatti di orecchiette in graziose piazze. Sono stati riaperti anche gli spazi culturali, dall’elegante Teatro Piccinni agli storici alberghi, già destinati all’oblio, come l’Oriente, il Teatro Margherita, costruito su palafitte in stile art nouveau, oggi riadattato a straordinario spazio artistico. Grazie ad una vivace vita notturna, all’aumento della sicurezza per le strade e alle spiagge più pulite: Bari sta tornando alla ribalta”.

Tiziano Onesti, presidente di Aeroporti di Puglia, ha sottolineato il ruolo degli aeroporti pugliesi quale asset strategico per le politiche di sviluppo turistico. «In questi ultimi anni, la rete aeroportuale pugliese – maggiormente lo scalo di Bari – ha registrato una crescita del traffico, in particolare quello internazionale, di assoluto valore. L’intensa attività di promozione della Puglia, sui principali mercati ha permesso altresì, di creare e consolidare un network ampio di collegamenti che copre tutte le principali destinazioni nazionali e internazionali. Un mix di opportunità garantito da collegamenti “point to point”, o attraverso gli hub europei, che hanno fatto della nostra regione un brand turistico riconosciuto su scala globale». «Migliorare l’accessibilità aerea e potenziare le politiche attrattive – ha concluso Onesti – è essenziale e strategico per stimolare la crescita del territorio e lo sviluppo del traffico leisure. Non a caso, il Piano strategico 2019-2028 di Aeroporti di Puglia tiene conto delle dinamiche e previsioni di crescita del traffico, ridisegna le strategie di sviluppo verso ulteriori mercati con grandi potenzialità, per garantire nuove opportunità di business e per potenziare la brand awareness del marchio “Puglia” in un contesto di qualità delle infrastrutture e dei servizi prestati, attrazione verso i passeggeri e interesse dei vettori».

Chiudono la top ten di questa importante e speciale classifica stilata da Lonely Planet: le Isole Shetland, situate a circa 170 chilometri dalla costa della Scozia continentale, Lione in Francia, Liechtenstein e poi Vevey in Svizzera e Istria in Croazia.

Redazione-iGossip