Movimento 5 Stelle e la politica estera: “Né con Trump né con Putin”

Movimento 5 Stelle e la politica estera: né con Trump né con Putin. E’ questa in sintesi la decisione espressa dai parlamentari grillini Di Battista, Di Stefano, Spadoni e Lucidi in conferenza stampa dopo il voto online di 23mila iscritti in materia di priorità sul fronte internazionale. “Non siamo né filo Trump né filo Putin – hanno sottolineato i grillini -, ma è fondamentale avere buoni rapporti con entrambi. Siamo per la sovranità popolare, internazionale ed energetica. L’Afghanistan? Quando saremo al Governo ci ritireremo”.

Esponenti del Movimento 5 Stelle – Foto: Facebook

“La più grande rivoluzione sarebbe rispettare in modo pedissequo le norme internazionali delle Nazioni Unite”, ha sottolineato Di Stefano. Alessandro Di Battista ha posto l’accento sull’abolizione del veto dei cinque Paesi nel Consiglio di sicurezza dell’Onu, la fine della troika, l’eliminazione degli arsenali in Italia e delle navi russe nei nostri mari. E poi ha annunciato la ferma intenzione del Movimento 5 Stelle di ritirare le truppe italiane dall’Afghanistan: “È una guerra ignobile che va avanti da anni e non è mai finita: le bombe non servono”.

Di Stefano ha poi affermato: “L’Occidente non ha mai condannato l’Arabia Saudita che da anni bombarda lo Yemen. Le sanzioni alla Russia sono sbagliate: non colpiscono Putin, come in Siria non colpiscono Assad: danneggiano soltanto la nostra economia. Con gli Stati Uniti siamo schiacciati su un asse di riconoscenza da 70 anni, che ci penalizza”.

Il M5S ha poi asserito che la permanenza dell’Italia nell’Unione europea e nella Nato è subordinata alla possibilità di una riforma radicale e invoca un accordo tra i Paesi del Sud Europa per contrastare il Nord dell’Europa che detta legge su profughi ed economia.

La vita è sacra e guai a chi la tocca! Il gossip è un elisir di lunga vita... Perché? Ti fa sorridere, ti incuriosisce e ti allunga la vita!

Lascia un commento