Napoli, festini gay con i preti: il dossier arriva sulla scrivania del cardinale Crescenzio Sepe

Festini gay con preti a Napoli! Il dossier arriva sulla scrivania del cardinale Crescenzio Sepe. Un nuovo scandalo a luci rosse travolge la Chiesa Cattolica e scuote il Vaticano. Casi shock di prostituzione minorile, preti che frequentano night club e sacerdoti che pagano ragazzi per fare sesso! I ragazzi tutti maggiorenni sarebbero stati adescati sui social network, in particolar modo su Facebook, oppure sulla chat per preti denominata Reverendis.

Prete – Foto: Pixabay.com

Un ragazzo 28enne di Napoli ha raccontato la sua tormentata storia con un prete della Campania durante un’intervista rilasciata al quotidiano Il Messaggero. Si sono conosciuti tramite Facebook. “Quel prete l’ho conosciuto in un periodo molto difficile della mia vita – ha dichiarato il giovane Paolo -, avevo un sacco di problemi anche in famiglia: all’inizio era quasi un sollievo parlare con lui. Gentile, affettuoso, bravissima persona, le sue parole mi rassicuravano, poi andava come andava… Adesso non è che voglio difendere nessuno, però c’è ben poco da meravigliarsi: sono tanti i preti, e ben più importanti di lui, che vanno con i ragazzi, un giro esagerato che manco ve lo potete immaginare”.

Per poi aggiungere: “Navigando su internet ho scoperto una chat per preti: si chiama Reverendis. È una specie di luogo di incontri virtuali per fare amicizia con i sacerdoti. Dicono che è fatta apposta per superare la solitudine e trovare conforto, si fanno discorsi di qualsiasi tipo. E si dice veramente di tutto. Io spesso ci andavo, la sera prima di addormentarmi facevo un giro su Reverendis, un po’ per sfizio, un po’ per curiosità. Se ne hai voglia, lì di preti disponibili ne trovi quanti ne vuoi anche se i napoletani sono pochi. In ogni caso, per quanto mi riguarda, con quel mondo ho chiuso”.

I fedeli sono su tutte le furie: “Non possiamo assistere di continuo, e praticamente da sempre, a situazioni del genere. Nessuno di noi ormai si fida più della Chiesa e la paura per i nostri figli è sempre più grande”.

Redazione-iGossip