Patrizia Mirigliani a Porta a Porta: “Sono stata costretta a denunciare mio figlio”

Patrizia Mirigliani è tornata a parlare del suo dramma familiare a Porta a Porta, programma tv di Raiuno condotto da Bruno Vespa. La patron di Miss Italia sta combattendo da anni una dura battaglia: i problemi con la droga di suo figlio Nicola.

Alcuni giorni fa Patrizia Mirigliani aveva confessato in lacrime a TPI.it: “Sono dodici anni della mia vita che combatto, Nicola soffre di dipendenze, l’ho portato in sette comunità. Se sono arrivata al punto di denunciare mio figlio, è perché sono distrutta”.

Ieri ne ha parlato per la prima volta in tv da Bruno Vespa: “Sono stata costretta a denunciarlo per salvarlo. Il mio ex marito non è stato in grado di affrontare una tragedia così grande, credo che a un certo punto abbia detto sarà quel che sarà io come madre non potevo farlo”.

Per poi proseguire: “Non c’è niente di più devastante che andare contro un figlio, è come andare contro sé stesse”.

Non si aspettava che suo figlio pubblicamente raccontasse tutto. Per lei è stata l’ultima cattiveria che poteva farle.

Oggi Nicola non si può avvicinare a lei, se non a una distanza di oltre 5 metri. Ora lei spera che questo suo gesto estremo possa aiutarlo e ridargli la vita.

Poi ha lanciato un monito: “Più assistenza alle madri che si trovano sole e che combattono. La mia casa è vuota da tanto tempo, lui non abita con me da tempo, ogni tanto tornava a casa. Guardo la stanza di Nicola e sogno tutto quello che poteva essere”.

Redazione-iGossip