Pavia, ragazza 16enne pestata a sangue per i comportamenti all’occidentale: tolta alla famiglia marocchina

Pavia sotto shock! Una ragazza di 16 anni è stata diverse volte picchiata, frustata e insultata dal padre e dal fratello perché veste all’occidentale. I suoi comportamenti, i suoi look e i suoi modi erano troppo simili alle sue amiche italiane e per questo motivo i suoi famigliari musulmani la prendevano a cinghiate o la frustavano con il cavo del computer. La madre dell’adolescente non l’ha mai difesa e tra l’altro incoraggiava i maschi di casa a pestare la figlia per i suoi comportamenti inappropriati. Per tutti questi motivi  il Tribunale dei Minori di Milano ha deciso di togliere alla famiglia marocchina la figlia di 16 anni nata a Pavia e di affidarla a una comunità, in attesa di verificare i maltrattamenti che la giovane racconta di aver subito dai genitori e dal fratello.

Ragazza musulmana – Foto: Pixabay.com

Una storia terribile e atroce fatta di abusi, violenze e maltrattamenti che purtroppo accomuna tante adolescenti musulmane che vivono in Occidente.

Come racconta il quotidiano La Provincia Pavese, la 16enne si è presentata nei mesi scorsi al pronto soccorso dell’ospedale San Matteo con contusioni multiple e il 16 febbraio ha denunciato tutto agli agenti della Squadra Mobile: “Mi dicevano: Non sei come noi, se muori è meglio. Vuoi essere come le tue amiche italiane, solo le poco di buono si vestono come te”.

I giudici hanno deciso di affidare provvisoriamente l’adolescente a una comunità per minori e hanno ordinato l’intervento di un mediatore culturale e una indagine psicosociale sul nucleo familiare.

Domenico Giampetruzzi

La vita è sacra e guai a chi la tocca! Il gossip è un elisir di lunga vita... Perché? Ti fa sorridere, ti incuriosisce e ti allunga la vita!