Pedofilia nella Chiesa Cattolica, Papa Francesco shock: “C’è l’ombra del demonio dietro al caso Viganò”

Pedofilia nella Chiesa Cattolica, Papa Francesco ha dichiarato durante la messa celebrata a Santa Marta che c’è l’ombra del demonio dietro al caso Viganò. Alcuni giorni fa è spuntata la lista dei cardinali che appoggiano l’ex nunzio negli Stati Uniti Carlo Maria Viganò, che vuole le dimissioni di Papa Francesco. Il sito conservatore americano LifeSiteNews ha elencato una ventina di alti prelati che si sono schierati con l’ex nunzio a Washington che ha accusato il pontefice Bergoglio poiché avrebbe coperto un ex arcivescovo di Washington, McCarrick, riconosciuto di abusi sui seminaristi, a cui il Pontefice ha tolto il cardinalato.

Soltanto poche settimane fa un Gran giurì americano ha diffuso un rapporto di oltre 1.400 pagine, ritenuto il più articolato e globale pubblicato sinora sulla pedofilia nella Chiesa americana da quando il Boston Globe per la prima volta denunciò il problema in Massachusetts nel 2002, vincendo un premio Pulitzer e ispirando il film ‘Spotlight’. I casi di preti e vescovi pedofili nella Chiesa Cattolica stanno emergendo in questi ultimi tempi con grande eco mediatico in tutto il mondo, un po’ meno in Italia. In Cile è stata pubblicata la lista dei preti pedofili.

Papa Francesco ha dichiarato: «In questi tempi sembra che il Grande Accusatore ce l’abbia con i vescovi per creare scandalo. I vescovi devono quindi ricordare tre aspetti fondamentali: la loro forza è essere uomini di preghiera, avere l’umiltà di sapere di essere stati scelti da Dio e rimanere vicino al popolo. E vero, ci sono, tutti siamo peccatori, noi vescovi. Cerca di svelare i peccati, che si vedano, per scandalizzare il popolo. Il Grande Accusatore che, come lui stesso dice a Dio nel primo capitolo del Libro di Giobbe, “gira per il mondo cercando come accusare”».

Per Bergoglio, il demonio “non è un mito, una rappresentazione, un simbolo, una figura o un’idea”. In più occasioni, anche nell’esortazione apostolica Gaudete et Exsultate, il pontefice ha messo in guardia dall’«inganno» del demonio. A tal proposito ha scritto: «Non ammetteremo l’esistenza del diavolo se ci ostiniamo a guardare la vita solo con criteri empirici e senza una prospettiva soprannaturale. Proprio la convinzione che questo potere maligno è in mezzo a noi, è ciò che ci permette di capire perché a volte il male ha tanta forza distruttiva».

Redazione-iGossip