Russiagate, Donald Trump a rischio impeachment: Vladimir Putin lo difende

Russiagate, il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump è a rischio impeachment per ostruzione della giustizia. Secondo il New York Times, il leader della Casa Bianca avrebbe chiesto a James Comey, poi direttore dell’Fbi, di lasciar cadere l’indagine sul suo consigliere Michael Flynn. La Commissione Intelligence, la Commissione Giustizia del Senato e l’Oversight Committe della Camera hanno chiesto di ricevere il memo dove Comey aveva riportato l’incontro del febbraio scorso con Trump. L’ex direttore Fbi Robert Mueller è stato nominato procuratore speciale dal numero 1 degli Usa per sovrintendere le indagini federali sul Russiagate, dalle interferenze di Mosca sulle elezioni presidenziali Usa del 2016 ai possibili legami tra la campagna elettorale del presidente Usa e agenti russi.

Donald Trump e Vladimir Putin – Foto: Facebook/Wikipedia

I tre giorni che possono far saltare la poltrona di Donald Trump. Dopo che il leader della Casa Bianca ha licenziato il capo dell’Fbi, le cui indagini sul Russiagate lo avevano indignato, ha incontrato il giorno dopo nello Studio Ovale il ministro degli esteri russo Sergei Lavrov e l’ambasciatore Sergei Kislyak. Durante una chiacchierata ha raccontato loro informazioni top-secret sull’Isis che l’intelligence israeliana aveva condiviso solo con gli americani. Lo stesso giorno in cui si discuteva quanto grave fosse questa indiscrezione sull’intelligence, si è saputo che Comey aveva tenuto dei formali MemCon, (memorandum of conversation) dopo gli appuntamenti nello Studio Ovale, e che in uno di questi aveva scritto che il presidente lo aveva sollecitato a interrompere l’inchiesta sull’ex consigliere per la sicurezza nazionale Michael Flynn, uno degli uomini dell’Amministrazione più compromessi con i russi.

Il presidente Trump si è difeso così: “Non c’è stata alcuna collusione con il Cremlino e le indagini lo dimostreranno. Non vedo l’ora che questa vicenda si chiuda velocemente. Nel frattempo non smetterò mai di combattere per la gente e per le questioni che più interessano il futuro del Paese”.

Vladimir Putin durante l’incontro con Paolo Gentiloni a Sochi ha definito una bufala la notizia di informazioni segrete date da Trump ai russi e si è detto disposto a pubblicare i contenuti del colloquio avvenuto nello Studio Ovale fra il leader Usa e il suo ministro degli Esteri Sergei Lavrov.

Gli indipendenti e i democratici americani chiedono a gran voce nuove audizioni sul caso e un’inchiesta indipendente. I repubblicani aspettano però “di saperne di più” per prendere posizione.

Il Russiagate e la probabile procedura di impeachment hanno fatto crollare i mercati finanziari… Ieri le borse hanno chiuso tutte in rosso dall’Asia all’Europa, con Milano maglia nera con -2,3%. Male anche Wall Street che ha fatto registrare il maggior calo del 2017.

Redazione-iGossip