Sanremo 2017, polemiche e nuove bufale sui cachet

Il Festival di Sanremo fa ‘cantare’ tutti, ma proprio tutti. A ‘cantare’ questa volta sono stati gli italiani che non hanno gradito i cachet da record di presentatori e ospiti. In questi giorni Carlo Conti è stato bersagliato da lamentele e polemiche sulla sua pagina Facebook per il suo compenso da 650 mila euro (100 mila euro in più rispetto allo scorso anno) a fronte di un momento di grande emergenza tra terremoto e neve.

Sanremo 2017: i presentatori Carlo Conti e Maria De Filippi- fonte unita.tv

Le polemiche non si sono placate nemmeno a seguito delle dichiarazioni della Rai (“il compenso lordo dell’artista non è legato al singolo evento ma inserito in un contratto di esclusiva che comprende la conduzione, la direzione artistica del Festival e di Radio Rai e altre trasmissioni”) e del conduttore e direttore artistico Carlo Conti (“Ci sono altri modi in cui ciascuno di noi fa qualcosa per chi vive un’emergenza, ed è bello se rimane privato. Se quello che devolvo in beneficenza lo devo rendere pubblico per farmi bello allora perderebbe di quella forza che parte da un comandamento: ‘Ama il prossimo tuo’”).

In queste ore su web e social fioccano clamorose bufale. Nel mirino è finita anche Maria De Filippi: su Facebook, un link-bufala informa che la conduttrice di Uomini e donne e C’è posta per te avrebbe ricevuto circa 30 milioni di euro dalla Rai per approdare sul palco dell’Ariston al fianco di Conti. Una notizia falsa, per l’appunto.

Durante la conferenza stampa di presentazione di questa nuova edizione del Festival, Carlo Conti ha precisato immediatamente che la De Filippi lavorerà a titolo gratuito e che non ha voluto un solo euro dalla Rai per la sua partecipazione al Festival. Sarà forse il caso di chiedersi da dove nascono tutte queste polemiche? Perché tanta ostilità verso questa importante manifestazione canora?